Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

La Provincia ha approvato il ‘Progetto Rete Siti Unesco’

Scritto da il 30 giugno 2011 alle 11:41 e archiviato sotto la voce Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La Provincia di Benevento ha approvato il ‘Progetto Rete Siti Unesco. Percorsi innovativi per l’accesso personalizzato ai territori dei siti Unesco del Sud Italia’.

Lo comunica l’assessore alla cultura della Provincia, Carlo Falato, che ha proposto il provvedimento alla Giunta presieduta da Aniello Cimitile, dopo l’istruttoria della Dirigente di Settore dott.ssa Pierina Martinelli.

Il progetto, che coinvolge 12 Province meridionali (e cioè, oltre ovviamente alla stessa Benevento, Siracusa, Catania, Enna, Messina, Ragusa, Caserta, Salerno, Bari, Barletta Andria Trani, Matera e Medio Campidano, riunite nella Associazione Province Unesco Sud Italia), viene inserito nelle previsioni di un Decreto del Ministro del Turismo per la qualificazione dell’offerta turistica nazionale con servizi innovativi gestiti dagli Enti Pubblici locali territoriali anche associati.

L’Associazione delle Province UNESCO Sud Italia riunisce gli enti meridionali nei cui territori ricadono i siti ufficiali iscritti come Patrimonio dell’Umanità al fine di garantire la cooperazione, il dialogo e l’aggregazione fra portatori di interessi dei territori coinvolti, basi essenziali per le reti interregionali.

La Provincia di Benevento aderisce da tempo all’Associazione, e cioè da prima che il 25 giugno scorso fosse iscritta nella World List la Chiesa di Santa Sofia di Benevento nel contesto del sito seriale ‘Italia Langobardorum’, ed il Sannio dunque vantava il solo Acquedotto Carolino.

Il ‘Progetto Rete Siti Unesco’ delle Province meridionali ha l’obiettivo di migliorare i servizi facendo leva: 1) sulla valorizzazione del turismo culturale, soprattutto in una prospettiva di destagionalizzazione; 2) sulla maggiore accessibilità del patrimonio culturale UNESCO nelle aree di intervento del progetto; nonché 3) sulla promozione delle opportunità che il territorio possiede in termini di offerta turistica complessiva: cultura, ambiente, natura, prodotti tipici, tradizioni, specificità sportive, ‘well-being’.

Secondo Falato, la presentazione del progetto al Ministero del Turismo per l’auspicata approvazione contribuirà a creare un sistema di rete che andrà a vantaggio non solo dei territorio interessati, ma anche complessivamente delle Regioni coinvolte (Sicilia, Sardegna, Campania, Basilicata, Puglia). A giudizio dell’assessore provinciale sannita, il programma predisposto contribuirà potentemente a superare le maggiori criticità che oggi si trova a dover fronteggiare l’opzione turistica meridionale offrendo cioè un grado adeguato di assistenza alla migliore fruizione del patrimonio culturale locale e alla costruzione personalizzata di itinerari e percorsi di accesso ai poli turistici territoriali.

Tra le misure concrete previste nel Progetto, ci sono: a) la costituzione di un Comitato tecnico-scientifico per la regia del programma e b) la creazione di un Portale Web e del sistema informativo, una piattaforma per l’accessibilità (con Virtual Tour, Digital Library, Tuner, Webcam e photo point, Web tv, Social Network, Rating dei servizi, Wcommerce, etc.).

Commentando il Progetto, Falato ha dichiarato: ‘E’ ovvio che, nel contesto delle Reti Unesco meridionali, la iscrizione della Chiesa di Santa Sofia, decisa all’unanimità a Parigi sabato scorso, abbia donato al Sannio ancora maggiore prestigio in omaggio alla sua storia straordinaria. Per questo riteniamo che, mentre vengono poste in campo nuove sinergie istituzionali a livello locale per essere degni e pronti a cogliere la nuova opportunità, il Progetto che abbiamo testè approvato con le altre Province costituisce un forte e concreto elemento di supporto per le politiche di sviluppo turistico e culturale di area vasta. Infatti, siamo convinti, con il Progetto delle Reti Unesco meridionali, di aver raggiunto un tassello di grande importanza al lavoro che stiamo svolgendo da tempo per la valorizzazione delle qualità locali (come la rete del Regio Tratturo, la via Francigena, i borghi, etc.)’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628