Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Adiconsum Valle Telesina, istituito fondo per i mutui sulla prima casa

Scritto da il 28 aprile 2011 alle 17:13 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Adiconsum Valle Telesina, istituito fondo per i mutui sulla prima casa

L’Adiconsum della Valle Telesina attraverso una nota stampa del suo Dipartimento Credito e Fisco, comunica che è stato istituito un fondo per agevolare l’accesso al mutuo prima casa per le giovani coppie e le famiglie monogenitoriali con figli, sotto i 35 anni e con situazione lavorativa precaria.
Offrendo all’istituto di credito una garanzia diretta del Fondo per 75.000 euro, si rende possibile la concessione di un mutuo a tassi normali di mercato a chi altrimenti non lo avrebbe ottenuto o avrebbe dovuto remunerare il rischio dell’istituto di credito pagando interessi più elevati.
In dettaglio con il decreto del 17 dicembre 2010 n. 256 entrato in vigore il 18 febbraio 2011, fa sapere l’associazione di difesa dei consumatori, è stato emanato il Regolamento recante la disciplina del Fondo per l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa da parte delle giovani coppie o dei nuclei familiari monogenitoriali. Sono ammessi alla garanzia del Fondo i mutui ipotecari erogati in favore dei mutuatari per l’acquisto dell’abitazione principale per un importo non superiore a 200.000 euro.
L’Adiconsum precisa che i mutuatari richiedenti, alla data di presentazione della domanda di mutuo, devono possedere i seguenti requisiti: un’etĂ  inferiore a 35 anni (per le coppie coniugate entrambe i coniugi devono rispettare il requisito), un reddito complessivo rilevato dall’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 35.000 euro e non piĂą del 50% del reddito complessivo imponibile ai fini IRPEF deve derivare da contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato (il Fondo intende supportare i giovani in condizioni di lavoro precario e atipico).
Inoltre i richiedenti non devono essere proprietari di altri immobili a uso abitativo, salvo quelli di cui il mutuatario abbia acquistato la proprietĂ  per successione a causa di morte, anche in comunione con altro successore e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.
Particolare importante, sottolinea l’Adiconsum Valle Telesina, per l’avvio effettivo del fondo è la stipula di un Protocollo d’intesa tra il Dipartimento della GioventĂą della Presidenza del Consiglio con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) relativo alle modalitĂ  di adesione dei finanziatori, le condizioni economiche di erogazione dei mutui e, in particolare, il costo massimo dell’operazione di finanziamento garantita dal Fondo, gli eventi che consentono ai mutuatari una sospensione delle rate del mutuo fino a 12 mesi, l’accettazione esplicita da parte dei finanziatori delle regole di gestione del Fondo previste dal decreto.
In base a quanto detto gli intermediari dovranno anche impegnarsi a non richiedere ai mutuatari garanzie aggiuntive, oltre all’ipoteca sull’immobile.
L’intermediario ha il compito di verificare i requisiti richiesti per i mutuatari: attestazione ISEE e un documento di autocertificazione che attesti il rispetto dei requisiti richiesti. Effettuate le verifiche, l’intermediario comunica al Gestore la richiesta al Fondo che in maniera progressiva e secondo le disponibilità attiverà la garanzia, salvo il caso di fondi totalmente già impegnati. In quest’ultimo caso il gestore deve comunicare il rifiuto entro tre giorni lavorativi.
Si tratta , quindi, di una importante e fattiva opportunità soprattutto per le giovani coppie per cercare di risolvere il principale “problema” che in genere si affronta appena sposati, e cioè quello dell’acquisto della casa.
L’Adiconsum comunica a tutti i cittadini che per ulteriori informazioni e consulenza su tale questione, possono recarsi presso la sede territoriale dell’associazione sita in Dugenta alla via Novelleto, 4.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628