Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio: Benevento – Cosenza 3-1. Nel posticipo, netto successo dei sanniti.

Scritto da il 28 febbraio 2011 alle 23:44 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Nella notte del ‘Vigorito’ i lupi calabresi non guastano la festa degli stregoni giallorossi. Sotto di un gol, la squadra di Galderisi ribalta il punteggio in soli dieci minuti con Clemente e La Camera. Nella ripresa Bueno chiude i conti, fissando il punteggio sul 3-1.
LA PARTITA – Nel Benevento Galderisi riconferma in difesa Pedrelli sull’out di destra e Signorini centrale accanto a Siniscalchi. A centrocampo rientra tra i titolari Bianco; mentre in attacco è tenuto in panchina precauzionalmente Evacuo, al suo posto Bueno. Nel Cosenza, il tecnico De Rosa recupera il bomber Biancolino e lo schiera come unica punta, davanti a Stefano Fiore.
Parte bene la formazione di casa che si rende pericolosa già al 5’ con una conclusione di Bueno respinta con i piedi dal portiere dei calabresi, De Luca. Sono, però, gli ospiti a trovare il gol, al 11’, con un colpo balistico di Stefano Fiore. L’ex calciatore di Udinese, Parma, Lazio e Fiorentina riceve palla a centrocampo e si invola verso la porta di Paoloni: la sua conclusione, da posizione defilata, si infila sotto l’incrocio opposto dei pali rispetto alla posizione di battuta. Un gol spettacolare, quanto incredibile, che lascia per un attimo gli uomini di Galderisi spiazzati, ma Biancolino un minuto dopo, da analoga posizione, non ne sa approfittare e così il suo diagonale finisce abbondantemente fuori.
Ma i giallorossi ci mettono un attimo a ritrovarsi. E al 16 trovano pure la rete, ma l’arbitro Gavillucci annulla per fuorigioco il tap-in di Bueno, rapido a ribadire in rete una respinta di De Luca su un tiro da fuori di Bianco. E’ il preludio al pareggio servito puntuale due minuti dopo quando il cross di La Camera finisce sui piedi di Clemente ben appostato in area. Il capitano giallorosso controlla palla, si gira e calcia verso l’angolino alla sinistra di De Luca: palla in fondo al sacco e 1-1 meritato. Passano altri tre minuti e il Benevento raddoppia. Il portiere cosentino non trattiene una punizione velenosissima di Capitan Clemente, sulla sfera si fionda La Camera che la spinge comodamente in porta. Strega strameritatamente in vantaggio.
La reazione dei lupi della Sila è tutta in uno scambio tra Stefano e Adriano Fiore con conclusione di quest’ultimo da dimenticare. In conclusione di tempo, Bueno ha sul destro la palla del 3 a 1, ma il tiro è debole e la sfera è controllata senza problemi da De Luca.
La ripresa è meno intensa, il Benevento controlla facilmente la partita e al 27’ trova la rete che chiude il match. D’Anna, subentrato ad inizio ripresa a Pedrelli, serve in area Pintori, che riesce a eludere l’intervento del portiere e a servire l’accorrente Siniscalchi. La conclusione del difensore giallorosso è fermata con un braccio da Roselli (che già ammonito viene espulso): l’arbitro decreta il penalty, non convalidando la rete di Bueno. Ma il punteros argentino si presenta sul dischetto e spiazza l’estremo difensore calabrese.
Con il successo sui silani, i sanniti rafforzano la seconda posizione in classifica, portandosi a +5 sulla Juve Stabia e a +6  sull’Atletico Roma.

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628