Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Piano industriale Samte, si è tenuto l’incontro tecnico a Villa dei Papi

Scritto da il 27 giugno 2011 alle 21:46 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Si è tenuto stamani, presso la sala conferenze della Villa dei Papi, l’incontro tecnico tra la Samte (Sannio Ambiente e Territorio) e i sindaci della Provincia di Benevento.

Ad aprire la discussione – avente come tema “Il progetto provinciale del servizio di igiene urbana nel Piano industriale Samte” – è stato l’amministratore unico della società provinciale, Luigi Diego Perifano.

“L’incontro di oggi – ha detto Perifano – rappresenta un passo avanti sulla via della provincializzazione e in vista dell’assunzione del servizio di gestione integrata del ciclo dei rifiuti entro la scadenza fissata per legge al 1 gennaio 2012.

E’ necessario ricordare che stiamo lavorando in un clima di grande precarietà. In particolare mi riferisco all’inasprimento della situazione emergenziale nella Regione Campania, che ci preoccupa molto, anche per le negative conseguenze che potrà avere sul nostro territorio. E’ inevitabile che in questo momento molte energie siano concentrate sulla risoluzione di questo problema, per cui anche il dialogo interistituzionale sulle questioni di prospettiva risulta complicato.

Ciò nonostante, l’incontro di oggi deve servire per approfondire le caratteristiche di gestione del servizio. Se il Piano industriale individuava le coordinate di fondo del progetto, oggi facciamo un passo in avanti entrando nel merito tecnico dell’organizzazione del servizio. Ovviamente si tratta di una proposta sulla quale accoglieremo suggerimenti degli amministratori locali, anche oltre la giornata di oggi, in modo da approntare servizi consoni alle esigenze e alle specificità del territorio”.

Al direttore tecnico della Samte, Paolo Viparelli, è stato affidato il compito di illustrare il progetto di subentro della società provinciale nel servizio di igiene urbana.

“Il progetto – ha spiegato Viparelli – nasce dalle previsioni di legge (la legge regionale 4/2008 e le successive leggi 26/2010 e 1/2011), che prevedono l’affidamento alle Province dell’intero ciclo integrato dei rifiuti, compreso quello finale di trattamento e smaltimento.

Nel dicembre del 2009 la Provincia di Benevento ha creato la Samte (Sannio Ambiente e Territorio) per provvedere alla gestione integrata del ciclo. Per l’avviamento del servizio occorrerà procedere, entro il mese di luglio, alla pubblicazione dei bandi di gara sia per la riscossione della Tarsu che per la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani.

L’attuale progetto di gestione del servizio individua 21 raggruppamenti per aree urbanisticamente omogenee, all’interno di due bacini ottimali: uno per la città di Benevento e il resto della Provincia. Nel complesso, oltre al potenziamento della raccolta differenziata e al rafforzamento della raccolta porta a porta, il progetto prevede anche interventi volti alla riduzione della produzione totale di rifiuti solidi urbani, che tra il 2006 e oggi hanno fatto registrare un trend in costante aumento.

In base a questa previsione, il progetto mira a raggiungere, entro il dicembre 2012, l’obiettivo del 68 per cento di raccolta differenziata sul territorio dell’intera provincia. Il tutto con un canone annuo che non comporterà modifiche per la città di Benevento, e che assicurerà un risparmio per almeno il 75 per cento dei Comuni della Provincia”.

All’incontro è intervenuto anche il presidente della Provincia, Aniello Cimitile.

“Siamo in una situazione davvero drammatica, in virtù di quello che sta accadendo in questi giorni a Napoli – ha detto Cimitile – Ma sono 16 anni che non conosciamo più la normalità, e che siamo costretti ad alternarci tra stato di crisi ed emergenza. Anche quella attuale è un’ emergenza, anche se non proclamata, e forse anche più grave di quelle passate, anche in virtù della generale indifferenza e incomprensione del resto del Paese, che sembra non voler capire quello che sta accadendo in Campania.

Noi non abbiamo mai detto no alla solidarietà verso le aree di Napoli, ma abbiamo voluto riportare questo contributo a termini di ragionevolezza, rispetto a certi eccessi avvenuti nel passato, che non sono sostenibili per la nostra impiantistica”.

Lo stesso Cimitile ha poi ricordato l’importanze di alcuni risultati raggiunti di recente, a partire dall’assegnazione di 10 milioni di euro per la messa in sicurezza di Sant’Arcangelo Trimonte.

A tratte le conclusioni è stato l’assessore all’Ambiente della Provincia Gianluca Aceto.

“Bisogna predisporre le misure per far sì che la provincializzazione diventi finalmente una realtà, rafforzando il dialogo fra istituzioni e territorio – ha detto Aceto – Bisogna capire che senza dialogo con istituzioni e territorio, attraverso le ordinanze, non si va da nessuna parte. E non è possibile pensare che sia una magistrato napoletano, senza alcuna competenza tecnica in materia, a stabilire dove debba essere piazzata una discarica. Per questo è prezioso il lavoro che, tra mille difficoltà, sta facendo la Samte”.

All’incontro tecnico di oggi, organizzato dalla Samte in collaborazione con la Provincia, sono intervenuti anche il sindaco di San Bartolomeo in Galdo, Vincenzo Sangregorio, il sindaco di San Lorenzo Maggiore, Emmanuele De Libero, il sindaco di Guardia Sanframondi Floriano Panza, il vicesindaco di Calsalduni Vittoria Guerrera, i segretari provinciali della Uil e della Cisl, Fioravante Bosco e Attilio Petrillo, e il dirigente dell’Utc di Cerreto Sannita, Letizio Napoletano.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628