Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Reindustrializzazione dell’area di crisi di Airola, la Camera approva odg di Boffa

Scritto da il 25 febbraio 2011 alle 16:55 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dall’on. Costantino Boffa che impegna il Governo a convocare al più presto una riunione presso il Ministero dello Sviluppo Economico al fine di procedere all’immediata sottoscrizione del protocollo d’intesa per la reindustrializzazione dell’area di crisi di Airola, per poi passare rapidamente alla definizione dell’accordo di programma.
“L’approvazione di tale documento rappresenta un’importante accelerazione verso la definizione in tempi brevi dell’accordo di programma per la reindustrializzazione del polo produttivo caudino – dichiara l’on. Costantino Boffa. La situazione, infatti, rischia di impantanarsi tra le incertezze e le inettitudini regionali e i ritardi del Governo nazionale ed è allora opportuno mettere in campo tutte le iniziative tese a favorire una rapida e positiva conclusione della vicenda. Al livello del Governo centrale fino ad oggi la questione ha visto l’impegno dei soli funzionari ed alti dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico che al momento non sono supportati dalla necessaria determinazione politica del Governo, con il rischio che la loro iniziativa si riduca alla sola buona volontà individuale. Adesso il Ministro dello Sviluppo Economico non può far finta di non sapere perché è l’intera Camera dei Deputati che gli chiede di attivarsi direttamente per affrontare e risolvere il problema della reindustrializzazione dell’area di crisi di Airola e del rilancio produttivo della Provincia di Benevento. Il Ministro non ha dunque più alibi. Come più volte ho ribadito, l’importanza della vicenda che riguarda centinaia di lavoratori e famiglie e il mantenimento di un importante polo industriale della nostra provincia, esige un impegno straordinario. Per questo tutti i soggetti interessati devono sentirsi in dovere di fare la propria parte per raggiungere al più presto l’obiettivo che ci siamo prefissati: la stipula di un accordo di programma per dare in tempi brevi risposte concrete ai lavoratori attualmente in cassa integrazione ma senza nessuna prospettiva di reimpiego, gli unici a pagare in prima persona le conseguenze di questa crisi. D’altra parte la definizione di un quadro di rilancio generale delle attività produttive sostitutive di quelle tessili oggi in crisi, darebbe certezza anche al rinnovo degli ammortizzatori sociali”.
Nel testo dell’ordine del giorno si ripercorrono le tappe dell’intera vicenda. Dalla sottoscrizione, nel marzo del 1999, del Contratto d’Area per la reindustrializzazione dell’area industriale di Airola attraverso la riattivazione degli stabilimenti abbandonati dalla ex Alfa Cavi (gruppo Pirelli), alla crisi delle aziende Tessival Sud e Benfil che attraverso quello strumento di programmazione negoziata arrivarono ad operare nel polo caudino. Si ricordano gli impegni assunti dagli imprenditori (una occupazione di circa 800 operai e il pieno rispetto dei diritti e delle tutele sancite dalla legge in favore dei lavoratori) e si evidenzia come i progetti furono controllati e approvati dalla Commissione CE e finanziati con fondi pubblici per circa 180 milioni di euro.
L’ordine del giorno presentato dall’on. Costantino Boffa fa riferimento anche all’impegno da parte delle istituzioni locali, dei sindacati, delle rappresentanze parlamentari, per ridare prospettive al polo produttivo caudino e si ricorda come in tal senso diversi sono stati i tavoli istituzionali convocati dal Presidente della Provincia di Benevento e dallo stesso Prefetto della città.
Sulla vicenda, inoltre, si sono svolte presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico due riunioni, alle quali hanno partecipato la Prefettura e la Provincia di Benevento, il Governo nazionale, la Regione Campania, il Sindaco di Airola e le rappresentanze sindacali. Nell’ultimo incontro romano, tenutosi lo scorso 1° dicembre, è emersa la decisione di sottoscrivere, in tempi stretti, un protocollo d’intesa come prima fase per la stipula di un vero e proprio accordo di programma. Nel protocollo d’intesa vanno definiti con chiarezza: l’impegno finanziario delle singole istituzioni, gli strumenti di agevolazione, le modalità di selezione dei progetti d’investimento e i tempi di realizzazione.
Nei giorni scorsi, infine, si è tenuto un incontro presso la sede dell’Assessorato alle Attività produttive della Regione Campania tra l’assessore interessato e i rappresentanti sindacali al termine del quale è stato sottoscritto un documento di impegno che “mira a dare slancio e immediatezza ad ogni azione positiva che abbia per obiettivo concreto la reindustrializzazione dell’area di crisi di Airola e il reinserimento occupazionale delle lavoratrici e dei lavoratori oggi interessati dalla Cassa Integrazione Straordinaria”.
“E’ il momento di imprimere un’accelerazione decisiva – dichiara infine l’on. Costantino Boffa – Ci sono 400 lavoratori in Cassa Integrazione che aspettano certezze riguardo il loro futuro lavorativo e un territorio provinciale che soffre ormai da tempo il peso di una crisi economica e produttiva che non si riesce ancora a superare. Nella definizione della vertenza che interessa il polo industriale di Airola, il Governo e la Regione hanno un ruolo centrale e tocca a loro trovare le necessarie forme di collaborazione e cooperazione istituzionale per individuare gli strumenti e le risorse necessarie per il rilancio delle attività produttive, senza scaricarsi vicendevolmente addosso le responsabilità che invece devono essere assunte da entrambi. Il voto di oggi della Camera dei Deputati è un contributo importante che diamo al nostro territorio, alla mobilitazione sociale, sindacale e istituzionale in corso e alle prospettive di rilancio produttive di cui tanto abbiamo bisogno”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628