Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Pressione fiscale, Uil: ‘Necessario incontro con la Provincia’

Scritto da il 24 giugno 2011 alle 11:57 e archiviato sotto la voce Attualità, Lavoro. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Le novità introdotte dai Decreti Attuativi del federalismo fiscale, oltre la possibilità degli aumenti, da quest’anno, delle Addizionali Comunali IREPF in quei Comuni al di sotto dello 0,4%, anche le Province possono aumentare l’imposta RC Auto.
E’ questa una novità, in quanto fino ad oggi, le Province erano destinatarie del gettito sottoposto ad aliquota fissa del 12,5%, mentre da quest’anno hanno anche la facoltà di aumentare o diminuire tale aliquota fino ad un massimo del 3,5%. Le delibere di aumento o diminuzione devono essere prese prima dell’approvazione del Bilancio di previsione, ma come specifica la risoluzione numero 2 del 16 giugno 2011 del Dipartimento delle finanze, per le Province che hanno già approvato il documento di bilancio e che vogliono variare la percentuale dell’aliquota basta una variazione al Bilancio già approvato, attraverso una delibera di Giunta.
Ad oggi, secondo una nostra prima rilevazione, sono 11 le Province che hanno deliberato di variare, in alto, l’aliquota di base. Si tratta di Alessandria, Benevento, Bologna, Chieti, Cremona, Forlì-Cesena, La Spezia, L’Aquila, Pescara, Verona, Vibo Valentia. Tutte queste Amministrazioni, con l’eccezione de L’Aquila che ha deliberato il 3%, hanno alzato al massimo la loro aliquota (3,5%). Ecco, in dettaglio, le cifre delle imposte e delle tasse della Provincia di Benevento nel 2010 (valori assoluti): addizionale sul consumo di energia elettrica 3.185.000 euro; imposta provinciale di trascrizione 4.830.000 euro imposta sulle assicurazioni Rc auto 8.860.000 euro; tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione, igiene e ambiente 1.230.000 euro; altre tasse 3.673,495 euro. Totale: 21.778.495 euro.
Analizziamo, ora, i dati sull’incidenza delle imposte e delle tasse sul totale delle entrate proprie delle Province (anno 2010): addizionale sul consumo di energia elettrica 14,6%; imposta provinciale trascrizione 22,2%; imposta sulle assicurazioni Rc auto 40,7%; tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione, igiene dell’ambiente 5,6%; altre tasse 16,9%. Totale: 100%. “Come Uil – dichiara il segretario generale Fioravante Bosco – esprimiamo la nostra contrarietà.
Il sindacato chiede di ridurre l’amaro dazio che inevitabilmente si ripercuote sui redditi dei lavoratori dipendenti e pensionati, soprattutto, in un momento in cui si chiede di abbassare e non certo aumentare la pressione fiscale. La Uil chiederà un incontro con gli amministratori dell’Ente Provincia per discutere sui possibili piani operativi utili al ridimensionamento della fiscalità”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628