Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Ciclo rifiuti, audizione di Aceto in Commissione ambiente del Senato

Scritto da il 20 luglio 2011 alle 19:28 e archiviato sotto la voce Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

L’assessore provinciale di Benevento all’ambiente Gianluca Aceto è stato ascoltato nel pomeriggio dalla Commissione Ambiente del Senato in merito alla gestione del ciclo dei rifiuti nel Sannio nel contesto delle audizioni per esaminare la situazione in Campania.

L’assessore si è in particolare soffermato in particolare sulle seguenti maggiori criticità del sistema:

1) il carico di passività delle gestioni pregresse che viene scaricato sulla Provincia sannita: per la sola bonifica delle discariche regionali, quindi cariche di rifiuti provenienti da altre aree della Campania, occorrerebbero tra i 16 e i 19 milioni di Euro, ha affermato Aceto.

2) la situazione occupazionale dei 127 lavoratori dei Consorzi rifiuti, che da mesi non percepiscono stipendi;

3) la necessità di poter contare su un quadro normativo nazionale e regionale omogeneo e convergente.

A tale proposito, l’assessore, nel sottolineare le peculiarità e le diversità territoriali in Campania, ha chiesto che sia confermata la provincializzazione della gestione del ciclo dei rifiuti e dei servizi anche per razionalizzare e rendere economicamente sostenibile l’intero processo. Solo con la provincializzazione anche dei servizi, ha aggiunto Aceto, sarà inoltre possibile assorbire i 127 dipendenti dei Consorzi: in caso contrario dovranno farsene carico i Comuni. La mancata provincializzazione renderebbe peraltro vano, secondo Aceto, il lavoro svolto per il Piano industriale della Samte, la società provinciale di gestione.

L’assessore ha anche sottolineato come il Sannio non sia mai venuto meno alla solidarietà nei confronti dell’area napoletana, tanto è vero che la stragrande maggioranza dei rifiuti conferita in passato nel Sannio ed attualmente giacente sul territorio proviene proprio da fuori provincia.

L’assessore Aceto ha anche illustrato la situazione di grande precarietà strutturale della discarica di Sant’Arcangelo Trimonte, affermando però che la Provincia è ormai pronta a far partire i lavori per la messa in sicurezza recentemente finanziati.

Inoltre, l’assessore ha illustrato le iniziative assunte in questi mesi dalla Provincia: il Piano rifiuti, il Piano industriale Samte e quello in corso di definizione, come il Piano dei rifiuti speciali ed inerti. Rispondendo a precise domande di alcuni Senatori, Aceto ha fornito ragguagli circa i programmi per la biostabilizzazione presso lo Stir di Casalduni, l’Accordo Vedelago e il Programma Recall (di cui la Provincia sannita è capofila in Italia).

Illustrando, infine, i dati sulla raccolta differenziata nel Sannio, Aceto, rispondendo ad una domanda di un Senatore, ha ribadito che, se il sistema sannita non verrà messo in crisi dall’esterno, non ci sarà bisogno di individuare nuove discariche.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628