Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alta Capacità Napoli-Bari: tutti i commenti

Scritto da il 19 ottobre 2011 alle 21:53 e archiviato sotto la voce Foto. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Alta Capacità Napoli-Bari: tutti i commenti

La Commissione Europea ha indicato come prioritari, nel quadro delle grandi reti trans-europee per il periodo 2014-2020, i collegamenti ferroviari Napoli- Bari, Napoli-Reggio e Messina-Palermo. Non rientra invece nell’elenco il megaprogetto del ponte sullo Stretto.

“Con la decisione di oggi – dichiara l’on.Costantino Boffa, insieme ai deputati pugliesi del Pd Francesco Boccia e Dario Ginefra – la Commissione Europea ha riconosciuto nella ferrovia ad Alta Capacità Napoli-Bari un’opera strategica nel contesto delle nuove reti trans-europee di sviluppo. Un risultato che da ragione a quanti, negli ultimi anni, si sono spesi per l’inserimento di questo collegamento ferroviario, che unirà il Tirreno e l’Adriatico, nei grandi corridoi infrastrutturali europei”.
“E’ il frutto di un lavoro che ha coinvolto tutti i livelli istituzionali, sia campani che pugliesi, e che consegna al Sud Italia nuove e importanti opportunità di crescita. Il Mezzogiorno, e la Campania e la Puglia in particolare, possono divenire una sorta di piattaforma logistica per il Mediterraneo visto che le nostre aree saranno interessate da un traffico intensissimo di persone e merci. Una volta agganciato agli altri corridoi europei, il Sud diverrà infatti il principale ponte di collegamento tra l’Europa sud-orientale e l’Europa centrale”.
“E’ la prima volta- dichiarano i parlamentari del PD – che in un atto ufficiale dell’Unione Europea viene riconosciuto come prioritario il collegamento ad Alta Capacità Napoli- Bari, e dunque il prolungamento del Corridoio VIII Bari-Varna dai balcani fino a Napoli. E con l’integrazione di nuove e ingenti risorse europee, si può finalmente pensare a un finanziamento totale dell’opera. Infatti, tra il 2014 e il 2020, per la realizzazione delle grandi reti di trasporto, energia e telecomunicazioni, saranno mobilitati ben 50 miliardi di euro. Di questi, 31,7 miliardi sono destinati ai soli progetti prioritari, come appunto la ferrovia Napoli-Bari, individuati nel campo dei trasporti”.
“La decisione della Commissione Ue di inserire l’opera tra le priorità, e la contestuale esclusione del Ponte sullo Stretto, conferma inoltre come avevamo visto giusto nel sostenere che fosse proprio l’Alta Capacità Napoli-Bari l’opera più importante per l’intero Mezzogiorno. L’unica in grado di rovesciare la vecchia concezione dello sviluppo basata sugli assi verticali Nord-Sud e di restituire centralità e protagonismo alle aree interne dell’Appennino meridionale e al collegamento dei porti campani e pugliesi”.

“Quanto al Sannio- conclude l’on.Costantino Boffa- la decisione di oggi conferma gli obiettivi di sviluppo che ci siamo dati in questi anni. Una volta realizzate l’Alta Capacità e il raddoppio della Telesina, il nostro territorio disporrà infatti di quelle infrastrutture essenziali a disegnare un progetto di crescita nuovo e duraturo. Acquisteremo competitività e capacità attrattativa e supereremo una condizione di isolamento storico.Ovviamente, in questa prospettiva, assume maggiore importanza anche il lavoro svolto nel campo della logistica. Appare evidente che in relazione all’aumento esponenziale di persone e merci che transiteranno sul nostro territorio, il Sannio non può accontentarsi di essere un punto di passaggio ma deve configurarsi come un polo attrattivo dove queste merci andranno stoccate, assemblate e lavorate”.

* * * * *

“E’ una ottima notizia”.
Così il presidente della Provincia di Benevento Aniello Cimitile ha commentato la decisione della Commissione Europea che ha presentato i nuovi orientamenti di finanziamento delle reti trans-europee di trasporto per il periodo che va dal 2014 al 2020, includendo nel pacchetto delle priorità la linea ferroviaria tra Napoli e Bari.
“La decisione della Commissione Europea – ha dichiarato Cimitile – è destinato a ridare al Sannio lo storico ruolo di cerniera dei collegamenti tra il Tirreno e l’Adriatico, che ne ha fatto la fortuna nei secoli. Non resta che sperare che il nostro Paese, prendendo atto di questa decisione, voglia recuperare tutto il tempo perduto sul fronte della infrastrutturazione materiale (oltre che per quella immateriale) a favore delle aree interne campane. La rinascita del Sannio che passa anche attraverso questa linea ferroviaria – ha continuato il presidente della Provincia di Benevento – è condizione essenziale per lo sviluppo di tutto l’Appennino centro-meridionale. In questo momento – ha concluso Cimitile – sento il dovere di dare atto dell’eccellente lavoro svolto da quanti negli anni si sono battuti nelle Istituzioni e nella stessa società civile per questo risultato”.

* * * * *

La Uil di Benevento esprime soddisfazione per la scelta della Commissione Europea di indicare come prioritari, nel quadro delle grandi reti trans-europee per il periodo 2014-2020, i collegamenti ferroviari Napoli- Bari, Napoli-Reggio e Messina-Palermo. “Da questa importante decisone – afferma il segretario Fioravante Bosco – il territorio potrebbe trarre grandi benefici.
L’Europa ha infatti restituito al Sannio il suo ruolo storico di cerniera geografica tra il Tirreno e l’Adriatico. Creando, poi, le dovute infrastrutture strategiche necessarie per porre in essere un vero e proprio centro di stoccaggio per le merci, l’intera economia locale potrebbe risollevarsi e dare nuovo impulso alle richieste d’occupazione giovanile.
E’ doveroso, infine, plaudire all’operato e all’impegno del deputato Costantino Boffa, che, di concerto con altri esponenti politici del sud, ha rappresentato le istanze anche del territorio beneventano ai tavoli istituzionali.
La Camera Sindacale della Uil – conclude – sosterrà tutte le intese politiche volte alla candidatura del Sannio al ruolo di protagonista in questa nuova sfida per lo sviluppo socio economico del territorio e del Mezzogiorno d’Italia”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628