Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Il progetto Life+ Faggete del Taburno entra nella sua fase operativa

Scritto da il 19 maggio 2011 alle 09:50 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il progetto Life+ Faggete del Taburno entra nella sua fase operativa

Il progetto Life+ Faggete del Taburno, che interessa l’area Sic Massiccio del Taburno con una serie di interventi naturalistici, è entrato nella sua fase operativa. La prima azione portata a termine è stata la redazione del logo e dell’immagine coordinata del progetto, ed a corredo, un manuale d’uso degli stessi. Il logo intende rappresentare, con uno stile minimalista ed una visuale d’insieme, l’ecosistema dell’area del progetto; sono infatti espressamente visibili nell’immagine un picchio muratore ed una poiana, due delle specie ivi più presenti, ed i contorni di un faggio, pianta “regina” dei monti del Taburno.
Quest’azione è stata preliminare alle altre azioni di comunicazione che promuoveranno il progetto in ambito locale e comunitario, a breve, infatti, partiranno il sito internet del progetto e il primo numero del bollettino informativo che avrà una cadenza quadrimestrale.
In contemporanea, come da crono programma, sono state avviate le prime azioni sul campo: l’inventario scientifico delle specie e degli habitat e la redazione del Piano del pascolo. Proprio nell’ambito di quest’ultima attività, nei giorni scorsi, presso la sede del Parco Regionale del Taburno-Camposauro, si è tenuto un incontro operativo e di sensibilizzazione e confronto con gli allevatori al fine dell’adozione del Piano del pascolo.
Tale Piano infatti, che sarà redatto dall’Asea, mira ad una più razionale e funzionale gestione del pascolo nell’area del Sic Massiccio del Taburno che sia compatibile con la salvaguardia degli habitat. L’importanza degli habitat e degli ecosistemi presenti sul Massiccio del Taburno è stata appunto riconosciuta dalla
Commissione Europea che ha approvato e cofinanziato il progetto Life+.
All’incontro sono intervenuti rappresentati degli Enti locali, degli allevatori ed operatori agrituristici. A far gli onori di casa è stato il Presidente del Parco del Taburno Camposauro, Giovanni Moriello, il quale nel ringraziare gli intervenuti ha sottolineato l’importanza per il Parco di essere parte attiva di un progetto Life+.
Il Direttore dell’Asea, Fabio Tamburrino, ha illustrato nel dettaglio l’azione di redazione del Piano di gestione del pascolo, che consterà in una serie di indagini preliminari (vegetazionale, geo-pedologica ed agri-zootecnica) e nell’acquisizione di tutti gli strumenti di pianificazione/regolamentazione del pascolo approvati dai comuni il cui territorio ricade nell’area Sic Massiccio del Taburno. Il Piano di gestione del Pascolo
conterrà una ricognizione di tutti i dati relativi ai carichi di bestiame e all’uso del suolo; saranno prodotte delle carte tematiche con l’indicazione delle aree in cui sarà consentita l’attività di pascolo in accordo con i vincoli presenti nel SIC e i regolamenti già adottati dai vari Enti.
La realizzazione del Piano del pascolo sarà concertata e condivisa con tutti i soggetti coinvolti (Amministrazioni locali, allevatori ed operatori del settore) in modo da conciliare l’attività di pascolo con l’esigenza di conservazione degli habitat del Massiccio del Taburno.
Il Direttore dell’Asea ha concluso il suo intervento ricordando come il Piano sarà legalmente adottato dall’Ente Parco Regionale del Taburno-Camposauro, entro la conclusione del progetto.
Di seguito hanno preso la parola alcuni allevatori ed amministratori locali fra cui il sindaco di Tocco Caudio, Antimo Papa, che nel condividere l’importanza e gli obiettivi del progetto, ha evidenziato l’importanza del coinvolgimento dei comuni sia nella fase di redazione dei progetti esecutivi che nell’implementazione sul territorio delle azioni di conservazione. Inoltre ha fatto presente come il Comune di Tocco Caudio abbia
adottato un regolamento di gestione del pascolo.
Nel corso dell’incontro è stato altresì distribuito ai partecipanti un questionario finalizzato all’acquisizione di dati ed informazioni utili per la redazione del Piano di gestione del pascolo. I questionari che sono reperibili presso la sede dell’Ente Parco saranno raccolti nel prossimo incontro con gli allevatori, in programma per la fine di giugno.
Nei prossimi mesi partiranno delle attività di promozione del progetto nel territorio, attraverso il diretto coinvolgimento delle amministrazioni locali, delle scuole e delle associazioni.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628