Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Master sui beni confiscati alla mafia, la presentazione alla Sea

Scritto da il 18 aprile 2011 alle 17:19 e archiviato sotto la voce Scuola. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Domani, martedì 19 aprile alle ore 12.00, presso l’Aula Ciardiello della Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi del Sannio si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Master di I livello in “Valorizzazione e gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata”.
Interverranno il preside della Facoltà SEA, Massimo Squillante e il coordinatore del master, Rosario Santucci.
Nel 2010, secondo i dati raccolti dall’Agenzia nazionale sui beni confiscati e sequestrati ad organizzazioni criminali, sono 9.857 i beni confiscati alla criminalità organizzata. Di questi il 75% sono concentrati in tre regioni del Sud Italia (Campania, Calabria, Sicilia).
Il Master attivato per la seconda volta dal’Università del Sannio, grazie alla collaborazione di diversi partner, tra cui l’associazione Libera, l’Osservatorio sulla Camorra e l’Illegalità, la stessa Agenzia nazionale sui beni confiscati e sequestrati, Agrorinasce, e altre quattro Università campane, è già intervenuto in una scorsa edizione e per la prima volta in Italia in un settore di forte specializzazione che vede attualmente trovare occupazione la maggior parte5 degli specializzati.

* * * * *

‘Big Society. Una proposta per uscire dalla crisi’: il seminario alla Sea

“Big Society. Una proposta per uscire dalla crisi” è il tema attuale che sarà affrontato domani 19 aprile, nel corso di un seminario di studi presso la Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università del Sannio.
A partire dalle ore 10.30 numerosi docenti universitari si confronteranno sulla possibilità di una riforma alternativa per uscire dalla crisi sulla base di una nuova frontiera che in Inghilterra si chiama “Big society”. Si tratta, infatti, di un progetto politico che sposta il baricentro del potere dallo stato alla società, stimola la comunità ad essere protagonista della modernizzazione, libera l’iniziativa e promuove la solidarietà.
Dopo i saluti del rettore, Filippo Bencardino; del preside della Facoltà SEA, Massimo Squillante, del direttore del Dipartimento dei sistemi economici, giuridici e sociali, Giuseppe Marotta, interverranno al seminario: il prof. Guido Tortorella Esposito (Unisannio) su “Le criticità metodologiche della big society”; la prof.ssa Monica Simeoni (unisannio) su “La costruzione della cittadinanza dal welfare alla big society”; il prof. Giuseppe Fontana (Unisannio) su “Dire news dal Regno Unito: austerità fiscale e la big society”; il prof. Emilio Brancaccio (Unisannio) su “Great society versus big society”, il prof. Roberto Cipriani (Uniroma3). Modera il prof. Francesco Vespasiano (Unisannio).

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628