Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Incontro Coldiretti-Parmalat per definire prezzo del latte alla stalla

Scritto da il 18 febbraio 2011 alle 08:53 e archiviato sotto la voce Attualità, Foto. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Incontro Coldiretti-Parmalat per definire prezzo del latte alla stalla

In dirittura d’arrivo la definizione del prezzo del latte alla stalla. Mercoledì mattina presso la sede di Parmalat a Piana di Monte Verna si è tenuto un ulteriore incontro interlocutorio per definire il prezzo del latte alla stalla. Erano presenti Lorenzo Urbano, responsabile settore zootecnia Coldiretti Benevento unitamente ad un gruppo di allevatori, Marcello De Simone, direttore della Coldiretti Caserta accompagnato da una delegazione di allevatori ed i vertici di Parmalat.
Al centro dell’incontro, dunque, la definizione del nuovo prezzo del latte che secondo Coldiretti è molto basso soprattutto se si tiene conto che le derrate sono aumentate di circa il 20 percento. Proprio in virtù di questi aumenti Coldiretti ha chiesto a Parmalat l’adeguamento delle spese che si concretizza in un aumento di 4 centesimi al litro, ma la parte industriale è disposta a riconoscere soltanto 3,5 centesimi al litro. Per il momento l’accordo non è stato raggiunto per una differenza di 0,5 centesimi. Il prezzo che chiede Coldiretti dovrebbe avere decorrenza dal 1 gennaio fino al 31 dicembre 2011. Dal primo aprile poi si rivisiterà la tabella qualità ad opera di un’apposita Commissione. Inoltre se l’andamento del mercato varia più del 5 percento le parti si incontrano e sarà costituito un Comitato che dovrà provvedere a ritoccare il prezzo del latte alla stalla.
“L’alimentazione – sottolinea Lorenzo Urbano – incide per due terzi nei costi di allevamento degli animali destinati alla produzione di latte e i rincari record fatti registrare sui mercati rischiano di provocare la chiusura degli allevamenti se non verrà garantito un giusto compenso agli allevatori con una chiusura positiva della trattativa con Parmalat”.
Entro una settimana bisognerebbe trovare l’accordo e procedere ai vari adempimenti con l’applicazione del prezzo nuovo a partire dal mese di gennaio. “Non ci spieghiamo – aggiunge Urbano – perché a fronte di un aumento del latte nel nord Italia di 6-7 centesimi al litro solo al Sud questo aumento non avvenga”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628