Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Nocerina – Benevento pareggio a suon di gol: finisce 3-3 al San Francesco

Scritto da il 18 gennaio 2011 alle 00:00 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Un derby emozionante, vibrante, giocato a ritmi elevati fino all’ultimo secondo di cronometro da due squadre che non si sono certamente risparmiate nella lunga notte del San Francesco. Alla fine finisce 3-3 tra Nocerina e Benevento, con una grande rimonta dei sanniti che sotto di due gol hanno avuto il merito di non mollare e di crederci fino alla fine.

Nel Benevento Galderisi deve rinunciare a due pedine fondamentali nel suo scacchiere: il bomber Evacuo, assente per squalifica, e il forte difensore Siniscalchi, che non si è potuto allenare per tutta la settimana per gravi problemi familiari. Stop anche per l’esterno Palermo, bloccato dall’influenza. Il tecnico giallorosso è costretto a ridisegnare sia la difesa, inserendo Signorini in coppia con l’esperto Landaida, che l’attacco preferendo Bueno a Germinale e Joelson che devono accomodarsi in panchina. Sulla corsia di sinistra da fiducia a Pintori, spedito in campo dal primo minuto.

Nella Nocerina assente il solo Bruno (squalificato), sostituito da Marsili, che non fa certamente rimpiangere il centrocampista beneventano. In attacco, Auteri recupera in extremis il bomber Castaldo, vittima in settimana di un attacco influenzale.

La partenza è da brividi. Al 7’ De Liguori ruba palla a centrocampo, serve a destra Catania, che pesca completamente libero in area sul filo del fuorigioco Negro; il centravanti rossonero deve solo spingere la palla in rete per il vantaggio molosso. Pronta la replica degli stregoni. Al 10’ La Camera guadagna una punizione sulla trequarti che Clemente da posizione siderale spara direttamente in porta: l’ex Gori si salva in corner. Ma non può nulla dal conseguente angolo di Zito, girato in porta da Pintori, bravo a catapultarsi sulla palla prima di tutti. Per il folletto sardo è la seconda rete consecutiva e la quinta stagionale.

Neanche il tempo di rifiatare e di metabolizzare il pareggio che la Nocerina passa di nuovo in vantaggio al 15’. E’ ancora Negro a timbrare il cartellino, lesto questa volta a ribadire in rete una respinta di Aldegani che si era opposto ad una violenta conclusione di Catania. Il Benevento accusa il colpo, la difesa va in tilt e al 24’ va ancora sotto al termine di un’azione rocambolesca. Dall’out sinistro Bolzan crossa lungo sul secondo palo, Aldegani cicca l’uscita, mentre Castaldo colpisce di testa: la palla sbatte sotto la traversa ma non entra. E’ svelto Landaida nel liberare, ma impreciso: la sfera finisce sui piedi di Marsili che ha tutto il tempo per stopparla, prendere la mira e depositarla all’incrocio. E’ il 3-1.

Gara chiusa? Per niente! La Nocerina sembra appagata per lo sforzo profuso, rallenta leggermente il ritmo ed il Benevento ne approfitta per ritrovarsi e organizzare la manovra d’attacco. Al 35’ l’urlo del gol di La Camera è strozzato in gola dall’arbitro che fischia per qualcosa (fuorigioco o fallo che fosse) di inesistente. Ma i ragazzi di Galderisi non mollano. Al 38’ guadagnano un altro angolo che Signorini corregge in rete: è il 3-2. Prima della fine del tempo c’è ancora spazio per un ultima emozione. Di Maio scivola al limite della propria area perdendo pericolosamente palla, ma La Camera non ne approfitta: il suo destro è fuori bersaglio.

La ripresa è meno frenetica merito anche della difesa sannita più attenta ed ordinata. Signorini e Formiconi sono bravi nel chiudere e nell’anticipare gli attaccanti rossoneri. Funziona di più e meglio anche il filtro davanti alla difesa con Grauso e Bianco.

La svolta della partita arriva al 15’ quando Galderisi richiama Clemente per inserire Germinale e aumentare così la pressione sotto porta. La mossa paga al 22’; incredibile azione d’attacco del Benevento con Bueno che tocca per Germinale, il quale serve Formiconi. Il ventenne esterno difensivo sfodera un destro a metà tra il tiro e il cross, Bueno la sfiora quel tanto che basta da sorprendere Gori che la vede finire in fondo al sacco. E’ il 3-3 che completa una straordinaria rimonta.

La reazione della Nocerina è ammirevole. I molossi ci provano fino alla fine, ma i sanniti alzano un muro. Al 25’ Aldegani sradica dai piedi di Castaldo un pallone che l’ex attaccante giallorosso si allunga maldestramente. Al 32’ è Formiconi a dover intervenire su Catania rimediando ad un errore di Signorini che si era fatto rubare palla da Castaldo. Ci prova anche Auteri dalla panchina, che sostituisce Negro con Cavallaro, mettendo dentro forze fresche. E il nuovo entrato ci mette poco a portare scompiglio rendendosi protagonista al 32’ nell’occasione più ghiotta della ripresa per i molossi. Cavallaro non viene contenuto a dovere dai difensori sanniti e a pochi metri da Aldegani trova lo spazio per concludere; sulla respinta del numero uno giallorosso si fionda Catania, tra i più pericolosi, che però colpisce di tacco , spedendo abbondantemente alta la sfera.

Finisce in parità, dunque, un derby all’insegna dello spettacolo puro che non muta le distanze in classifica tra molossi e stregoni: sempre 9 i punti da recuperare. Aumenta invece a -4 il divario dalla seconda, l’Atletico Roma, che sarà il prossimo avversario dei sanniti domenica prossima al “Ciro Vigorito”. Un altro match che promette battaglia.

EP

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628