Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Scioglimento Consiglio, 5 ex consiglieri di maggioranza attaccano Fausto Pepe

Scritto da il 16 aprile 2011 alle 10:51 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

‘Fausto Pepe continua ad interpretare con grande maestria colpi di teatro elettoralistici in pieno stile berlusconiano. Probabilmente la facilità con la quale è entrato nel personaggio in modo così repentino deriva dal sostegno che gli viene da dietro le quinte dalla coordinatrice del Pdl, nota fan del Cavaliere, con la quale continua ad intrattenere rapporti ambigui sul piano politico’. E’ quanto scrivono in una nota i cinque consiglieri comunali Luigi De Nigris, Antonio Feleppa, Massimo Ficociello, Oberdan Picucci e Giovanni Quarantiello che hanno firmato le dimissioni, assieme a quindici consiglieri della minoranza, determinando lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale.

‘Fausto Pepe sembra aver seguito un corso accelerato alla scuola di Arcore:
1) gettare fango sugli avversari che egli vede come nemici;
2) mettere in moto un imponente meccanismo mediatico assistito, a quanto pare, nella campagna comunicativa dal bassoliniano Claudio Velardi;
3) presentarsi alla gente come l’agnello sacrificale di una banda di politici professionisti, immorali e pure invidiosi;
4) ridicolizzare i suoi oppositori sul piano personale;
5) mettere in atto ciniche vendette trasversali, diffondere ingiurie nei confronti di chiunque non la pensi come lui.
Ne ha percorsa di strada da quando nel 2006 fu scelto da Clemente Mastella come candidato sindaco della città e il suo livello di autostima è cresciuto così a dismisura da fargli dimenticare molto rapidamente la sua storia politica.
Non trasferisca sui consiglieri comunali colpe che sono soltanto sue. È in malafede Fausto Pepe quando afferma che i fuoriusciti dalla maggioranza gli hanno voltato le spalle improvvisamente.
Sa bene, invece, che negli ultimi mesi avevamo fatto presente, appoggiati anche pubblicamente da altri consiglieri che oggi lo sostengono, che c’era bisogno di un cambio di passo nel governo della città. Noi sì, lo abbiamo sostenuto, mentre nelle segreterie di partito c’era chi tramava alle sue spalle mettendo persino in dubbio la ricandidatura.
Abbiamo operato una scelta coraggiosa soltanto dopo aver portato a termine il mandato affidatoci dagli elettori cinque anni fa, dopo essere stati sempre presenti in Consiglio comunale, dopo aver votato fino alla fine atti indispensabili per la sopravvivenza dell’amministrazione, anche rischiando, e lo sa bene Pepe, in prima persona. Abbiamo agito con coraggio e alla luce del sole, attraverso un atto pubblico e giuridicamente sancito, entrando in un portone a testa alta, a viso scoperto e non con il bavero alzato per non essere riconosciuti dai passanti.
Chi si lascia guidare dalla collera, come fa Fausto Pepe, può perdere di vista le azioni vere che caratterizzano un uomo ed un politico. Lasciarsi attrarre dal canto di sirene che esaltano la sua vanità, ma offuscano la sua capacità di ragionamento, renderà il suo cammino solo apparentemente esaltante.
Il Consigliere comunale deve svolgere la sua azione di controllo politico-amministrativo. Qui non funziona la filosofia del ‘volemose bene’. Lo abbiamo imparato a nostre spese.
Gli attestati di stima nei nostri confronti erano frutto del calcolo politico e sono stati espressi fino a quando abbiamo alzato la mano per dire sì in aula. Siamo stati parte di quei 21 definiti “valorosi” dallo stesso sindaco. Improvvisamente, appena abbiamo evidenziato le criticità del governo cittadino e tentato di sventare l’avviata prassi di elargire risorse pubbliche per scopi elettoralistici, siamo stati messi alla gogna.
Il nostro posto accanto a Fausto Pepe oggi lo occupano coloro che in pubblico e in privato hanno detto di lui tutto il male possibile. Ma per mero calcolo opportunistico a Fausto Pepe tutto questo non importa’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628