Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Vicenda Amts, Fausto Pepe: ‘Sono stato io a bloccare il concorso’

Scritto da il 16 febbraio 2011 alle 20:19 e archiviato sotto la voce Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Sulla vicenda Amts e i relativi provvedimenti giudiziari emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento nei confronti del direttore dell’azienda e del responsabile della società Studio Staff è intervenuto il sindaco Fausto Pepe:
Di seguito il testo integrale della nota:
“In riferimento alle note stampa diffuse da diversi esponenti politici dell’opposizione, relative al caso Amts ed ai provvedimenti giudiziari indirizzati, tra gli altri, al direttore dell’azienda di trasporto ed al responsabile della società Studio Staff, mi corre l’obbligo di fornire alcune delucidazioni per non lasciare tale delicata materia all’esclusiva speculazione della politica o degli arcinoti sciacalli. Ribadita in premessa la totale fiducia nell’opera chiarificatrice della magistratura, e fatta salva la presunzione di innocenza di tutti gli interessati fino all’esito conclusivo di una possibile fase dibattimentale, voglio ricordare solo alcuni aspetti della vicenda, rilevanti sul piano amministrativo.
Innanzitutto, va sottolineato come la procedura concorsuale oggetto dell’inchiesta sia stata dal sottoscritto totalmente bloccata: per essere chiari da quella graduatoria non è stato assunto nessuno!
E’ stata mia personale cura procedere a tale scelta, una volta appurata la possibile presenza di irregolarità. Su questo stesso solco mi sono mosso, in rappresentanza del proprietario unico dell’azienda, dopo aver ottenuto le dimissioni del CdA, quando ho provveduto alla nomina del nuovo Consiglio, con nuovi amministratori tutti estranei ai fatti contestati. La decisione è stata presa sia per evitare intralci all’azione di accertamento che, priorità inderogabile per il sottoscritto, per assicurare il regolare servizio di trasporto pubblico sul territorio comunale. In buona sostanza, sia per quanto attiene l’ordinario servizio che per quanto riguarda la salvaguardia amministrativa dell’azienda e degli interessi della collettività, i ‘premurosi’ consigli che vengono diffusi a mezzo stampa, giungono assolutamente in ritardo. E devo aggiungere, a questo punto, che proprio non so immaginare quanti tra coloro che oggi parlano, a sproposito ed in ritardo, avrebbero avuto la lucidità e la determinazione per cambiare tutto, come io invece ho fatto.
Ovviamente è inutile chiedere a questi stessi personaggi dove sia finito il garantismo utilizzato in altre circostanze, d’altra parte non ci si può attendere un attestato di coerenza da chi concepisce l’attività politica secondo queste modalità. Non del tutto vano, invece, ricordare come, all’esito attuale dell’inchiesta non vi siano responsabilità additate al personale politico della mia amministrazione.
Affermare, poi, che il Pdl sia al lavoro per restituire “dignità alle persone”, mai come in questo momento storico, può apparire una forzatura. Il Comune di Benevento, in questi cinque anni, ha realizzato numerose procedure concorsuali, per la propria pianta organica e per le società partecipate. Tante sono state le
risposte concrete fornite alle problematiche inerenti il mondo del lavoro. Nonostante la consapevolezza che per quanti sforzi si possano compiere non potrà essere rintracciata un’unica e definitiva soluzione alla grave crisi occupazionale che colpisce il Sannio, non si arresterà il lavoro e la programmazione già messa in campo.
Chi vuole veramente prodigarsi per la dignità delle persone e declinare sul piano politico questo tema, piuttosto che alle dichiarazioni più o meno inutili e velenose, dovrebbe dedicarsi a comprendere il perché della riduzione di risorse destinate al Sud, dei drammi generati dalla inesistenza di un programma nazionale di investimenti, della incapacità regionale di azionare le leve del riscatto anche economico, dell’inadeguatezza complessiva delle risposte fornite sui temi del welfare, del lavoro e quindi del precariato dilagante.
Avremo modo, ne sono certo molto presto, di realizzare ogni utile confronto per dare la possibilità alla città di comprendere sempre meglio, qualità e chiarezza delle proposte e delle azioni svolte”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628