Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Ordinanza rifiuti Caldoro, niente conferimenti a Sant’Arcangelo

Scritto da il 15 luglio 2011 alle 18:46 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

In riferimento all’odierna Ordinanza firmata dal presidente della Giunta regionale della Campania, on. Stefano Caldoro, in materia di gestione del ciclo rifiuti, la Provincia di Benevento esprime soddisfazione per il fatto che la stessa non contempli conferimenti straordinari di rifiuti provenienti dal napoletano presso la discarica di Contrada Nocecchie in Sant’Arcangelo Trimonte.
Si ritiene che tale risultato sia stato dovuto alla capacità di persuasione della Provincia di Benevento che ha più volte segnalato alla Regione la particolare situazione in cui versa quell’impianto e la sua incapacità, e quella dello stesso territorio sannita, di poter sopportare flussi di rifiuti aggiuntivi rispetto a quelli stabiliti.
Per quanto riguarda, invece, i carichi conferiti allo Stir di Casalduni, ai sensi della medesima Ordinanza, la Provincia di Benevento fa osservare che essi sono compatibili con l’operatività dell’impianto e anche lievemente inferiori rispetto a quelli concordati nell’Intesa sottoscritta a Gennaio 2011 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
La Provincia di Benevento, tuttavia, non può non esprimere la netta e ferma opposizione rispetto ai contenuti della medesima Ordinanza che al dramma uniscono la farsa. Appare infatti francamente ridicolo che un’iniziativa definita straordinaria venga invece reiterata, con ciò cancellando i caratteri stessi della straordinarietà. Rimane, poi, alta la preoccupazione nell’inalterata gravità della crisi napoletana, derivante dalla assoluta mancanza di un piano di fuoriuscita, almeno graduale, da questa perenne emergenza. Ciò significa che per noi restare in stato di allerta massima perché temiamo che si possano abbattere ancora sul Sannio nuove iniziative tampone rispetto alla devastante crisi napoletana, iniziative che finirebbero con il travolgere inevitabilmente il territorio sannita trascinandolo nella crisi stessa.
Chiediamo, ancora una volta, che le Autorità regionali, la Provincia e il Comune di Napoli diano corso ai patti sottoscritti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri il 4 gennaio scorso e realizzino senza ulteriori indugi le misure che loro stessi avevano solennemente assicurato ormai sette mesi fa.
La Provincia di Benevento si unisce senza riserve alla protesta delle altre Province interne campane e aderisce a tutte le misure da loro assunte per contrastare nuove iniziative finalizzate a scaricare altrove i problemi partenopei.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628