Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Progetto Recall, siglata l’intesa tra AzzeroCo2, Legambiente e Provincia

Scritto da il 15 luglio 2011 alle 12:02 e archiviato sotto la voce Ambiente, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Siglata ieri l’intesa per il progetto RECALL tra AzzeroCO2, Legambiente e Provincia di Benevento nella sala Consiliare della Rocca dei Rettori.

Con questo atto si promuoveranno una serie di iniziative per trasformare materiale che di solito si abbandona, creando gravi danni all’ambiente, in una nuova risorsa produttiva con interessanti sbocchi occupazionali.

Hanno siglato il protocollo Sandro Scollato, responsabile della campagna RECALL per AzzeroCO2, Gianluca Aceto, assessore all’Ambiente della Provincia di Benevento, e Michele Buonomo, Presidente di Legambiente Campania.

La Provincia di Benevento è la prima a dare vita a questo progetto: lo ha sottolineato in particolare Aceto, il quale ha dichiarato che la Provincia non intende in alcun modo rinunciare all’intenzione di attuare un ciclo virtuoso della gestione dei rifiuti, nonostante le enormi difficoltà e i problemi che sono sotto gli occhi di tutti e che si sostanziano nella perenne emergenza napoletana capace di travolgere il Sannio e le aree interne.

AzzeroCO2 e Legambiente nei mesi scorsi hanno proposto alla Provincia, che l’ha accettato, un programma che promuove il recupero delle biomasse di scarto per trasformarle in prodotti verdi ed energia rinnovabile (olio vegetale, potature urbane, manutenzione boschiva, scarti agricoli o zootecnici).

Con l’intesa appena sottoscritta un primo impianto per trattare gli oli vegetali esausti (quelli che si usano nei ristoranti e nelle cucine di tutte le case) e trasformarli in sostanze riutilizzabili sarà realizzato nell’Asi di Benevento: si calcolano in 10.000 le tonnellate che saranno in questo modo lavorate. Si conta di promuovere nuove opportunità di occupazione per i lavoratori appartenenti alle categorie svantaggiate, di produrre energia da fonte rinnovabile, di salvaguardare meglio l’ambiente grazie alla raccolta degli scarti vegetali che di solito vengono abbandonati senza alcuna cautela e senza nemmeno capire l’entità dei danni che si causano al territorio.

L’assessore Aceto, ha voluto sottolineare, in riferimento ai rilievi avanzati nelle ultime ore dall’assessore provinciale Bello, che ‘questa campagna Recall è incentrata sul recupero degli oli vegetali esausti, per intenderci quelli che si usano in tutte le cucine e nella ristorazione: essa vuole passare da uno smaltimento scorretto, ad un recupero di queste sostanze, riutilizzando questa matrice. Il protocollo, proposto da Azzero Co2 e da Legambiente, rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra Provincia sannita, perché noi siamo i primi in Italia a recepirlo. Il documento è stato ampiamente discusso in Giunta provinciale ed approvato dalla stessa’.

Aceto ha anche annunciato che sono in corso di realizzazione altre iniziative d’intervento per la gestione del ciclo dei rifiuti, quali il protocollo ‘Eternit free’ anche presso l’Azienda agricola di Casaldianni. Inoltre Aceto ha annunciato che il gruppo di lavoro istituito con l’Accordo di Programma per il sistema di raccolta, trattamento e recupero di rifiuti speciali di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), si è insediato presso l’Assessorato all’ambiente ed ha deciso i seguenti interventi:

-entro fine luglio elaborerà una bozza del programma di lavoro e analisi ed Osservazioni sul Piano regionale dei rifiuti solidi urbani e sul Piano regionale dei rifiuti Speciali;

-saranno effettuati sopralluoghi e confronti sui sistemi gestionali dei rifiuti presso la Provincia di Lecco;

-presso il Musa (Museo della tecnica e del lavoro in agricoltura) si terrà una giornata di dibattito e approfondimento sulla gestione del ciclo dei rifiuti nel Sannio. In particolare sarà illustrato il progetto dell’impianto di Vedelago e sarà inoltre presentato il programma di lavoro definitivo.

Intanto a Telese Terme con il presidente nazionale del Consorzio Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e con il prof. Riccardo Gumina della Luiss di Roma si affronterà il tema di una ecostazione nel Sannio.

Alla Conferenza Stampa ha partecipato anche il consigliere provinciale Giuseppe Lamparelli, già assessore all’ambiente, il quale, intervenendo nella discussione, ha sottolineato la necessità di promuovere sempre nuove iniziative per la sensibilizzazione dei cittadini sui temi della raccolta differenziata e sull’incentivazione della raccolta di rifiuti.

Lamparelli e Aceto hanno anche espresso la propria profonda preoccupazione per il persistere dell’emergenza rifiuti a Napoli e per i nuovi conferimenti a Sant’Arcangelo Trimonte, che rischia di vedere esaurita a breve la capacità di assorbimento. Sia l’assessore Aceto che il consigliere Lamparelli hanno condiviso le recenti, amare esternazione di Nicola Colangelo, a nome del CODISAM, che fanno seguito peraltro alle dimissioni dell’avv. Luigi Perifano dalla Samte, riguardo al fatto la vertenza discarica non interessa solo la comunità di Sant’Arcangelo Trimonte, ma l’intero territorio sannita. Il Sannio, hanno detto infatti Lamparelli e Aceto, potrebbe essere a sua volta colpito dall’emergenza rifiuti con la chiusura dell’impianto di ctr. Nocecchie a Sant’Arcangelo Trimonte. Aceto e Lamparelli, in linea con quanto stabilito nel corso del Consiglio provinciale ‘aperto’ dell’11 luglio scorso, hanno proposto di mettere in campo una iniziativa forte per scuotere Napoli e la Regione Campania, rilanciare una ‘vertenza Sannio e zone interne’ che vada al di là dell’emergenza rifiuti: infatti, questa, a loro giudizio, è la punta dell’iceberg di una ben più complessa situazione che consiste in una scarsa considerazione per l’insieme delle popolazioni e del territorio interno in merito ai servizi e alle infrastrutture. Da qui la proposta al presidente della Provincia Cimitile e al presidente del Consiglio provinciale Maturo di convocare il Conisglio provinciale l’assemblea dei 78 sindaci del Sannio direttamente nell’Aula consiliare della Regione Campania.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628