Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Pasquariello (Tel) sul mandato del sindaco Pepe: ‘Un libro dei sogni’

Scritto da il 14 settembre 2011 alle 20:04 e archiviato sotto la voce Politica. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

‘E’ molto facile definire il programma di mandato del Sindaco Pepe, discusso ieri in Consiglio Comunale, un “libro dei sogni”, una relazione in cui c’è “di tutto di più”. E’ quanto scrive in una nota Mario Pasquariello, del gruppo consiliare di “Territorio è Libertà.
Di seguito il testo integrale della nota:
‘Si rischia, è vero, di essere tacciati di qualunquismo demagogico anche se è indubbio che, essendo venuta la relazione programmatica all’attenzione della civica assise dopo quattro mesi di attività politico amministrativa, ci sono tutte le ragioni per affermare che se è vero che “di buone intenzioni sono lastricate le strade del mondo” è altrettanto vero che “tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare”.
Ed infatti in questi primi mesi di vita dell’amministrazione Pepe bis sono già stati rinnegati i buoni propositi di cui “è zeppa” la relazione programmatica e, soprattutto, quei principi che informano la stessa e la rendono credibile.
Uno per tutti: il Sindaco immagina il Comune come “una macchina amministrativa partecipata e trasparente” ed auspica uno “stile di sobrietà rispetto alla corretta pratica amministrativa”.
Orbene, l’operato dell’amministrazione Pepe in questi primi quattro mesi di vita non è certo “in asse” con tali enunciazioni.
Basti pensare alla frettolosa e forzata approvazione del P.U.C. in pochissimi giorni (altro che confronto e partecipazione!) che non ha consentito di svolgere un serio dibattito sulle strategie di sviluppo della nostra città ed ha prodotto uno strumento di pianificazione che produrrà una espansione edilizia disorganica e di scarsa qualità, con ulteriore compromissione delle aree periferiche e del paesaggio rurale, il tutto aggravato dall’ambiguità (per non dire oscurità) delle norme tecniche di attuazione.
E che dire dell’enfasi con la quale si “menava vanto” per la floridità economica dell’A.S.I.A. spa salvo, poi, chiamare il Consiglio Comunale a votare una ricapitalizzazione (chiedendo un nuovo sacrificio, diretto o indiretto, ai cittadini) in quanto il bilancio consuntivo della società partecipata presentava un disavanzo di circa € 900.000,00, ciò in barba alla tanto decantata trasparenza!
Ancora, a proposito di “stile di sobrietà rispetto alla corretta pratica amministrativa”,
si propone al Consiglio Comunale l’approvazione del bilancio di previsione 2011, definito come una manovra “lacrime e sangue”, caratterizzata per i tagli ai servizi, per l’aumento della TARSU (di circa € 500.000,00) nonché per una maggiorazione dell’accise sull’energia elettrica e, nel contempo, si prevede l’istituzione dell’Energy Manager, una “particolare” e “specialistica” figura professionale che dovrà “accompagnare” (ovviamente dietro corresponsione di lauto compenso) il Comune di Benevento all’approvazione del Piano Energetico Ambientale Comunale senza neanche domandarsi se c’è veramente necessità di procedere ad un’ulteriore nomina esterna o se, invece, ci sono all’interno della pianta organica dell’Ente professionalità che possano sovraintendere alla redazione del P.E.A.C..
O, peggio, si prelevano dal fondo di riserva (senza, peraltro, comunicarlo, come dovuto, al Consiglio Comunale se non dopo l’intervento dei consiglieri di opposizione), che andrebbe utilizzato solo in casi di necessità, fondi per concedere il patrocinio ad una trasmissione televisiva.
Per non parlare, sempre a proposito di trasparenza, dei problemi che in questi primi quattro mesi di amministrazione Pepe bis hanno assillato e continuano ad assillare la dirigenza del Comune, tra l’altro con veri e propri scontri “al calor bianco” fra l’ex segretario generale ed il dirigente al settore finanze, il tutto senza il benché minimo intervento chiarificatore del Sindaco.
Si potrebbe continuare e dimostrare oltremodo come le buone intenzioni rassegnate nel programma di mandato stridono con la realtà e con il concreto operare dell’Amministrazione, minando la credibilità della stessa relazione programmatica.
Ciònondimeno, come consiglieri comunali di minoranza lanciamo “una sfida” al Sindaco ed alla sua compagine di governo in quanto, pur senza deflettere minimamente dal nostro ruolo di controllo (intransigente, che non fa sconti, all’occorrenza anche duro), non faremo mancare, se ci sarà consentito, il nostro apporto costruttivo e propositivo sui grandi obiettivi e, in ogni caso, alla ricerca del bene della nostra comunità.
Auspichiamo che l’amministrazione in carica e la compagine politica che la sostiene vogliano raccogliere concretamente questa “sfida”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628