Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Piano dimensionamento scolastico, presentazione osservazioni e proposte

Scritto da il 14 settembre 2011 alle 19:45 e archiviato sotto la voce Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Le Scuole entro il 10 ottobre, i Comuni entro il 20 ottobre presenteranno alla Provincia di Benevento le osservazioni e le proposte formali sul dimensionamento della rete scolastica: quindi entro il 20 novembre la Provincia presenterà il proprio Piano di dimensionamento alla Regione Campania affinchè quest’ultima possa deliberare definitivamente entro il 31 dicembre.
E’ stata questa la conclusione dell’incontro convocato alla Villa dei papi dall’assessore alle politiche formative della Provincia di Benevento, Annachiara Palmieri, per discutere sulle Linee guida regionali per il Piano di dimensionamento della rete scolastica e di programmazione della rete formativa, cui hanno preso parte gli operatori della Scuola, le forze sociali, gli amministratori locali, il dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale.
L’incontro nasce dall’emanazione il 9 agosto scorso delle Linee guida regionali per la Scuola: l’argomento dunque era di notevole rilevanza anche perché con le nuove direttive si inciderà profondamente sulla struttura e sul volto delle nostre istituzioni.
Alle Province spetta il compito di svolgere azioni formative sugli Ambiti territoriali scolastici: non avendo il Sannio ambiti scolastici, quindi suddivisioni territoriali sub-provinciali, era necessaria chiamare a raccolta in una sola assise le dirigenze scolastiche e i Comuni. L’assessore Palmieri, nell’aprire la sessione di lavoro, ha dichiarato che le norme sul dimensionamento scolastico interessano tutte le dirigenze scolastiche e ogni singola amministrazione comunale: per questo si è reso necessario acquisire indicazioni ed osservazioni dai Soggetti direttamente interessati che saranno successivamente considerate in sede di Tavolo di coordinamento provinciale al fine di dare la base propositiva alla delibera della Provincia da trasmettere alla Regione Campania per le determinazioni finali.
‘Da questo incontro – ha affermato la Palmieri – ci aspettiamo una informativa adeguata sulla ricaduta sul nostro territorio della nuova normativa che concerne il ridimensionamento delle piccole Scuole e delle direzioni didattiche e il subentro degli Istituti comprensivi. Sono certa che tutti i Sindaci, tutti gli operatori della Scuola, le istituzioni collaboreranno per individuare la migliore soluzione possibile per il Sannio nel rispetto della normativa, sia da un punto di vista territoriale, ma soprattutto da un punto di vista funzionale per la utenza, cioè per i nostri giovani. A questo primo momento di incontro ne seguiranno altri per arrivare alla delibera regionale con il Piano di ridimensionamento scolastico 2012-2013. Per quanto riguarda la programmazione e l’attivazione di nuovi indirizzi sono ancora valide le competenze della Provincia su tutta la istruzione secondaria, mentre ai Comuni sarà demandato il coordinamento sui propri territori delle secondarie di primo grado. Naturalmente la situazione non è rosea, ci troveremo a vedere soppresse alcune istituzioni scolastiche, ma staremo molto attenti affinché non siano modificate le condizioni di servizio per l’utenza. E’ opportuno sottolineare che quando parliamo di “riduzione del dimensionamento scolastico” non parliamo di soppressione dei plessi, ma di una riorganizzazione amministrativa, quindi di dirigenze e di uffici di supporto amministrativo. È lì che infatti interviene la nuova normativa’.
Il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Angelo Marcucci, si è augurato che per la Provincia di Benevento vi sia una possibilità di deroga per qualche situazione particolare, almeno per quelle realtà che sono più disagiate: ‘mi riferisco in particolare alle zone montane come il Fortore – ha detto il dirigente. Secondo Marcucci è possibile che alcune connotazioni specifiche territoriali abbiano possibilità di essere confermate. Il Dirigente ha chiesto la collaborazione dei dirigenti scolastici e agli alunni ha voluto lanciare un messaggio rassicurante: ‘i tagli di natura amministrativa non si ripercuoteranno a danno della loro formazione. Gli alunni devono vivere la loro stagione in positivo, perché i problemi di dimensionamento rientrano in una capacità organizzativa delle Scuole finalizzata a ottimizzare quello che c’è in funzione di una azione pedagogica positiva: i tagli dunque non sminuiscono le potenzialità in termini di offerta formativa, ma vogliono migliorare l’organizzazione al fine di renderla più efficace e funzionale. L’offerta formativa e l’azione pedagogica della scuola saranno pari se non superiori al passato’.
Per quanto riguarda i precari della Scuola, il dott. Marcucci ha riconosciuto la gravità della situazione, ma, ha detto, non è solo nella Scuola che si vivono momenti gravi: l’Ufficio scolastico non può fare altro che applicare le norme, auspicando che le stesse possano avere un impatto il meno traumatico possibile.
Sono seguiti gli interventi dei numerosi sindaci e di numerosi operatori della Scuola. Infine, si è convenuto sul cronoprogramma degli adempimenti per la predisposizione del Piano provinciale.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628