Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Abolizione Province, Mastella: ‘Abbiamo il dovere di non restare a guardare’

Scritto da il 13 agosto 2011 alle 12:02 e archiviato sotto la voce Primo Piano. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Riguardo quanto contenuto nella bozza di manovra anticrisi appena varata dal governo Berlusconi, e più specificamente sulla riduzione delle Province, con la soppressione (e relativo accorpamento) di quelle al di sotto dei 300 mila abitanti, il segretario nazionale dei Popolari per il Sud, l’europarlamentare Clemente Mastella, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Quello che accadrà a seguito della manovra anticrisi finirà col penalizzare ulteriormente il Sannio, su cui già in passato, senza la benché minima spiegazione, si è abbattuta la scure del Governo.
Abbiamo il dovere di non restare a guardare e di difendere il nostro territorio che sta per subire l’ennesimo scippo dopo i tagli ai vari Uffici Periferici dello Stato, lo spostamento della sede Telecom e la chiusura della filiale della Banca d’Italia.
Dobbiamo farci trovare pronti ed essere in grado di prospettare immediatamente delle valide alternative, lavorare per trovare noi stessi una soluzione capace di garantire alla nostra provincia spazi di agibilità governativa e politica, finanziamenti e risorse adeguate.
Una di queste potrebbe essere quella di sollecitare la Regione Campania a riscrivere la geografia della provincia di Benevento, facendo in modo che una tra le confinanti Valle Caudina (per intero) e Valle Alifana venga annessa al Sannio in modo da permetterci di superare la soglia dei 300mila abitanti evitando quindi di rientrare tra quelle istituzioni sottoposte a cancellazione.
In caso contrario, l’unica via d’uscita sarebbe quella di abbandonare definitivamente la Regione Campania, avviando in tempi brevissimi una raccolta firme che ci conduca al referendum per l’istituzione del Molisannio.
Sarebbe una scelta dolorosa, un gesto estremo ma indispensabile per non essere sacrificati come vittime dal Dl anticrisi, e rivendicare, finalmente, la giusta considerazione per il nostro Sannio. Arrivati a questo punto infatti, non possiamo attendere inermi e lasciare che altri decidano, sopra le nostre teste, il destino della nostra comunità. Dobbiamo farci promotori di ogni azione essenziale per la tutela dei processi di crescita della città Benevento e dell’intero Sannio».

2 Risposte per “Abolizione Province, Mastella: ‘Abbiamo il dovere di non restare a guardare’”

  1. gaetano scrive:

    ecco i soliti furbi, fatta la legge si trova l’inganno.
    vergogna via tutte le provincie e enti inutili.

  2. anteo scrive:

    Sono anni che i beneventani auspicano la creazione di una Regione Sannio insieme a Campobasso ed Isernia. Quale occasione migliore. Del resto già ” il padre della Patria” A.vv. Togo Bozzi emerito principe del foro di Benevento auspicava soluzioni in tal senso. Personalmente farei di tutto per uscire dalla Campania; ragion per cui , caro On. Mastella , perchè non iniziare subito con la raccolta delle firme e salutare definitivamente Napoli?

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628