Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Apice, Consiglio comunale: approvato il Rendiconto d Gestione 2010

Scritto da il 13 luglio 2011 alle 20:18 e archiviato sotto la voce Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Sotto la presidenza di Mario Franci, ieri mattina si è riunito il Consiglio comunale di Apice. Dopo la lettura e l’approvazione dei verbali della seduta precedente, l’assemblea è stata impegnata nella discussione del Rendiconto di Gestione per l’anno 2010. L’atto è stato presentato ai consiglieri dal sindaco Ida Antonietta Albanese che ha innanzitutto sottolineato l’azione portata avanti dall’Amministrazione: “Un lavoro svolto all’insegna della continuità dell’azione di risanamento e consolidamento dei conti pubblici, un lavoro certosino di riequilibrio delle poste di bilancio e di razionalizzazione della spesa, in un’ottica di ottimizzazione delle risorse in uscita e di una gestione attenta di quelle in entrata”.
Nel ricordare gli obiettivi raggiunti, il primo cittadino ha evidenziato anche la situazione economica strutturale del Comune di Apice: “Nonostante lo sforzo individuale profuso da ogni dipendente e la piena adesione alla politica di risanamento dell’Ente, non può non sottolinearsi che si è resa necessaria una completa riorganizzazione della macchina comunale, trovata completamente disorganizzata all’atto dell’insediamento nel giugno 2009. Oggi possiamo affermare con orgoglio che, pur in presenza di un organico forzatamente sottodimensionato per i noti problemi economici, abbiamo realizzato gli obiettivi prefissati nell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato”.
Entrando nello specifico, il rendiconto 2010 si chiude con un avanzo di gestione di € 216.592,35, di cui circa € 100.000 fra economie di gestione e maggiori entrate, mentre la restante parte è frutto della vendita di immobili. Tale avanzo servirà a ricostituire i fondi vincolati la cui somma è pari a € 746.404,85. Sono stati adottati provvedimenti per la riorganizzazione dei servizi comunali e la riduzione delle spesi correnti. Per quanto riguarda la politica fiscale dell’Ente, il sindaco ha ricordato che essa è legata agli obblighi imposti dalla normativa vigente per gli Enti in stato di dissesto finanziario. Tuttavia le conseguenze per i cittadini in termini di aumento della pressione fiscale sono state attenuate al massimo.
Albanese, infine, ha annunciato al Consiglio la sentenza resa dal TAR Campania in merito all’annullamento delle delibere di Giunta n° 93/2005 e 33/2006 con le quali, a suo tempo, furono contratti i mutui con la Banca Nazionale del Lavoro per importi pari a € 1.990.000,00 ed € 1.000.000,00. ed con la Banca Popolare di Novara per € 450.000. Anche il TAR, come del resto la Corte dei Conti, l’O.S.L. e il Ministero dell’Interno, ha acclarato che tali mutui furono contratti non per realizzare spese di investimento (i lavori indicati nelle delibere annullate) ma per fare fronte a spese correnti e quindi ha preso atto della loro nullità confermando la tesi del Comune circa il passaggio di competenza all’OSL relativamente al debito maturato nei confronti della BNL. Il Comune di Apice ha ridotto di circa € 450.000,00 annui i canoni di ammortamento e così restano rate per € 846.000,00, somma quest’ultima, anche se pesante, gestibile. Nel caso in cui il TAR avesse accolto il ricorso della Banca Nazionale del Lavoro, il Comune di Apice avrebbe dovuto pagare annualmente la somma di € 846.000 + 450.000, quindi € 1.296.000 e questo avrebbe comportato il collasso dell’Ente in quanto impossibilitato a proseguire la gestione finanziaria.
Al termine del dibattito, il Rendiconto di Gestione è stato approvato dal Consiglio con i voti della sola maggioranza. Via libera all’unanimitĂ , invece, per il quarto punto all’ordine del giorno recante i criteri generali per la definizione del nuovo regolamento sull’ordinamento degli uffici e servizi.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628