Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alla Rocca presentato il servizio ‘strade sicure’ dopo un incidente

Scritto da il 13 luglio 2011 alle 10:37 e archiviato sotto la voce Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il 7% del totale degli incidenti stradali in Italia è causato dalla cattiva gestione degli interventi di ripristino delle strade dopo un precedente incidente.

28.000 persone si feriscono ed altre 300 perdono la vita perché dall’asfalto non si rimuovono o si rimuovono scorrettamente o in modo incompleto gli oli, i carburanti, i detriti, i carichi trasportati dai veicoli in precedenza incidentati. Spesso, anche la sola macchia d’olio, all’apparenza scomparsa, ma in realtà infiltratasi nell’asfalto, può causare disastri anche dopo molti giorni dall’intervento di ripristino, al primo acquazzone che la ‘riporta’ in superficie.

Per combattere i costi umani, sociali ed economici di questa situazione, nell’ambito di un accordo nazionale tra Associazione dei Comuni e Province, la Provincia sannita ha affidato a costo zero alla Società ‘Sicurezza e Ambiente’ l’intervento per il ripristino delle condizioni di percorribilità delle strade dopo un incidente. Il servizio è assicurato 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

Il servizio è stato presentato ieri alla Rocca dei Rettori dall’assessore provinciale alle infrastrutture Antonio Barbieri e dal presidente della Società ‘Sicurezza e Ambiente’, Graziano Scheggi, e da Giuseppe Aiello, Comandante di Polizia Municipale e docente della Scuola Regionale di Polizia Municipale di Benevento.

Hanno partecipato all’illustrazione Organi di Polizia Stradale, amministratori locali, la Scuola Regionale di Polizia Municipale, l’Aci.

Nel corso dei lavori è stato rilevato che l’iniziativa, che coinvolge già numerose realtà italiane (a cominciare dalla Capitale), è a costo zero perché i relativi oneri sono a carico delle tariffe della responsabilità civile auto: in Italia questa ha un costo per l’utente talmente elevato che in Germania, ha spiegato Scheggi, con la stessa somma vengono pagate anche l’assicurazione sulla vita e sulla casa. Nonostante la massa di denaro raccolta, le Compagnie di assicurazioni pagano premi esorbitanti per il gran numero di incidenti (anche post-incidenti) e per le truffe: insomma, anche al fine di prevenire esborsi e contenziosi derivanti dagli incidenti causati da macchie d’olio lasciate sull’asfalto le Compagnie di assicurazioni hanno ritenuto più conveniente dal punto di vista meramente economico organizzare un servizio apposito per il ripristino della percorribilità della strada.

Chiamando il numero verde 800 014 014, dunque, anche sulle strade provinciali sannite, si otterrà l’intervento in tempi rapidi di una squadra di tecnici qualificati, aventi le regolari autorizzazioni, le macchine e le attrezzature idonee, coperte peraltro da brevetti esclusivi, in grado ripristinare le condizioni di sicurezza.

Un aspetto particolare della emergenza post incidente stradale è quella della rimozione dei rifiuti cioè materiali lasciati sull’asfalto (come per esempio un carico di pomodori): la complessa normativa italiana in materia ambientale, peraltro in evoluzione continua, comporta una particolare cura nella rimozione, perché interventi improntati alla superficialità comportano multe salate e addirittura denunce all’Autorità Giudiziaria. Ecco perché occorre l’intervento di personale qualificato e in possesso delle necessarie autorizzazioni per rimuovere i carichi e i detriti post-incidenti.

Nel concludere i lavori, l’assessore Barbieri si è detto fiducioso circa l’efficacia delle nuove misure poste in campo per garantire migliori condizioni di sicurezza. Sui circa 1.300 chilometri di strade provinciali sannite la manutenzione è improba, ha detto Barbieri, anche a causa dell’inardirsi delle fonti di finanziamento; pertanto sono necessarie nuovi tipi d’intervento da parte dell’ente pubblico. Ricordato il giro di vite che la Provincia ha voluto imporre contro le truffe alle assicurazioni stradali (che sulle sole strade provinciale erano giunte addirittura a 1.800), Barbieri ha invitato tutti gli operatori della sicurezza stradale e gli amministratori locali a diffondere tra la popolazione le informazioni sulle metodiche di intervento post-incidente stradale che la Provincia si è data al fine di evitare di confermare quella percentuale del 7% di cui si diceva all’inizio.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628