Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Il Museo del Sannio sarà riconosciuto di interesse regionale

Scritto da il 12 settembre 2011 alle 19:51 e archiviato sotto la voce Foto, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il Museo del Sannio sarà riconosciuto di interesse regionale

‘Il Museo del Sannio, di proprietà della Provincia di Benevento, sarà riconosciuto quale Museo di interesse regionale’.
Lo comunica il dirigente del Settore Cultura della Provincia dott.ssa Pierina Martinelli, la quale ha precisato che con decreto n.116 dell’8 settembre 2011 del dirigente del settore Istruzione della Regione dott.ssa Loredana Conti, la Provincia di Benevento è stata autorizzata ad istituire il museo denominato ‘Museo del Sannio’ di Benevento, con sede in Piazza Santa Sofia all’interno del Complesso monumentale di Santa Sofia a Benevento.
Il provvedimento regionale è l’atto immediatamente precedente e necessario per l’inserimento del Museo nell’elenco dei musei di interesse regionale ai sensi della Legge Regionale n. 12 del 2005, concernente “Norme in materia di musei e di raccolte di enti locali e di interesse locale”.
Il riconoscimento regionale consentirà alla Provincia di intercettare risorse finanziarie aggiuntive e straordinarie, rispetto alle attuali per investire per la valorizzazione della struttura.

Commentando la notizia, il presidente Aniello Cimitile ha dichiarato: ‘Il significativo riconoscimento della Regione Campania sul Museo del Sannio rappresenta una tappa fondamentale nel processo di valorizzazione di uno dei più importanti poli culturali della città di Benevento e dell’intera provincia. Con il via libera da parte della Regione, avremo finalmente la possibilità di accedere a una serie di finanziamenti che ci consentiranno di arricchire ulteriormente la proposta del Museo. Si tratta di un’opportunità fondamentale se consideriamo che il Museo deve sempre di più integrarsi con il complesso di Santa Sofia, entrato a far parte da pochi mesi nel Patrimonio dell’Unesco. Proprio per questo motivo, è nostra ferma intenzione arricchire la Sezione longobarda del Museo che avrà la possibilità di ampliare i suoi spazi utilizzando i nuovi locali di Palazzo Casillo che la Provincia ha di recente acquisito al proprio patrimonio. Ci avvarremo di tutte le professionalità per integrarci nella rete museale e turistica che si sta strutturando attorno a Santa Sofia. Contiamo sull’apporto della dott.ssa Nava che abbiamo voluto come consulente scientifico del Museo, così come sarà fondamentale il lavoro del Settore Cultura della Provincia guidato dalla dott.ssa Martinelli, che è stata preziosa per il raggiungimento dell’ambizioso traguardo, atteso da decenni dalla comunità sannita’.

L’assessore alle attività culturali Carlo Falato, dal canto suo, ha dichiarato: ‘E’ una notizia che – credo di poterlo dire – registriamo con legittimo orgoglio perché non tutte le Istituzioni che ne hanno fatto richiesta sul territorio regionale hanno ottenuto tale riconoscimento. Del resto, è da tempo che lavoriamo per questo obiettivo e che lo stesso Consiglio provinciale ha voluto recepire approvando il Regolamento dell’Istituto. Abbiamo investito molto sul Museo del Sannio sia in termini di risorse umane, sia in termini di nuovi e prestigiosi spazi espositivi. Il Museo del Sannio è una risorsa culturale straordinaria per tutto il territorio provinciale perché custode dell’identità locale e perché testimone di una storia straordinaria. Il riconoscimento è un ulteriore tassello di un mosaico che stiamo costruendo con le altre Istituzioni locali dopo la prestigiosa iscrizione nella Lista del Patrimonio Unisco della Chiesa di Santa Sofia’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628