Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Turni del 118, interviene il commissario straordinario Asl Benevento

Scritto da il 11 agosto 2011 alle 20:09 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

In merito alla questione dell’organizzazione dei turni del “Servizio di Emergenza Territoriale – 118” è intervenuto il commissario straordinario della ASL Benevento per chiarire la vicenda e tranquillizzare la popolazione circa la regolarità di questo fondamentale e delicatissimo servizio di emergenza.

‘Il sistema 118 dell’ ASL Benevento, con le sue 11 postazioni di ambulanza medicalizzata e le 2 postazioni fisse (presso il Pronto Soccorso del P.O. di S. Agata dei Goti ed il PSAUT di Cerreto Sannita), è un servizio di eccellenza dell’Azienda che, potendo contare su professionalità di alto profilo (medici dell’emergenza, infermieri e autisti soccorritori), in oltre dieci anni di attività non ha mai fatto registrare segnalazioni dell’utenza per disservizi e/o inefficienze;

il sistema, come detto, è articolato in postazioni mobili e postazioni fisse, conformemente alle disposizioni organizzative regionali di cui alle DGRC 1570/2004, DGRC 1268/2009 e direttive applicative delle stesse;

le postazioni mobili, costituite ciascuna da un’ambulanza di soccorso avanzato con a bordo un equipaggio composto da 1 medico dell’emergenza, 1 infermiere e 1 autista soccorritore, garantiscono il servizio nell’intera provincia di Benevento 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno con turni di 6 ore diurne (8-14 e 14-20) e di 12 ore notturne (20-8); pertanto per ogni turno è necessario un equipaggio composto – come detto – da un medico, un infermiere e un autista soccorritore;

non risponde al vero, quindi, che attualmente per ogni postazione di emergenza vi sono 4 medici nelle ore diurne e solo 1 nelle ore notturne in quanto la realtà è che vi è sempre 1 medico per turno per cui sono 2 quelli che assicurano il servizio dalle 8 alle 20, nei due turni diurni, e 1 quello che copre il turno di notte (20-8);

quanto riportato dalla nota del Datore di Lavoro Delegato, circa la stesura dei turni di servizio del personale medico del Servizio Emergenza Sanitaria Territoriale Aziendale Unificato, è assolutamente conforme alle normative di riferimento e alla ratio delle stesse, richiedendo che “eventuali turni di compresenza a completamento orario” vengano effettuati nelle ore diurne piuttosto che durante i turni notturni.

Chiariti i termini effettivi della questione, è necessario precisare inoltre:

– che la compresenza nei turni di servizio è necessaria solo per consentire ai medici turnisti di completare l’orario mensile di servizio e non per esigenze specifiche del servizio o di carattere sanitario: se ciò fosse, bisognerebbe avere in compresenza anche il restante personale dell’equipaggio (autisti soccorritori e infermieri);

– che, pertanto, tenuto conto di tutto quanto sopra precisato, la misura organizzativa di cui alla predetta nota del Datore di Lavoro Delegato non incide in alcun modo sull’efficienza del servizio e, anzi, tende a rafforzare le presenze nell’orario diurno (arco temporale nel quale si verifica un maggior numero di chiamate) e, l’utilizzo del lavoro notturno all’essenziale serve a salvaguardare maggiormente i medici lavoratori‘.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628