Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Vertenza lavoratori ex Consorzi, Aceto replica a Nappi

Scritto da il 11 agosto 2011 alle 19:35 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

In merito alla vicenda dei 127 dipendenti dei Consorzi rifiuti del Sannio è intervenuto l’assessore provinciale all’Ambiente, Gianluca Aceto.

«Prendo volentieri atto del risveglio dal letargo da parte dell’assessore ragionale al lavoro, Severino Nappi, sulla vicenda dei lavoratori dei Consorzi rifiuti del Sannio.
Infatti, Nappi non si era fino ad oggi occupato di questa questione: sono lieto che abbia deciso finalmente farlo, sia pure con alcuni mesi di ritardo.
L’assessore regionale, in verità, ha a lungo, passivamente, assecondato le letture cavillose e burocratiche condotte dai funzionari regionali in merito alla vicenda della Cassa Integrazione Guadagni richiesta in data 7 agosto 2010 dalle Autorità e dai Sindacati di Benevento; ed inoltre, come ha dimostrato a tutti in occasione della riunione convocata in Napoli dal Presidente della Commissione ambiente del Consiglio regionale, dunque anche ai Sindacati presenti, di non avere contezza della questione.
Oggi egli attribuisce, con affermazioni capziose e fuorvianti, ad errori procedurali della Provincia la responsabilità della mancata erogazione della Cassa integrazione, con ciò confermando di non sapere muoversi nel contesto delle competenze e delle prerogative coinvolte.
Emerge poi che l’assessore ignora che il Prefetto e la Provinciahanno vanamente più volte tentato di procedere alla distribuzione sui cantieri comunali di tutti e 127 lavoratori coinvolti; ma oggi, con un anno e mezzo di ritardo, l’assessore individua in questa soluzione la chiave di volta per risolvere il problema, che era già stata a suo tempo ritenuta valida proprio da quei Soggetti che lui assurdamente ora attacca e accusa di inerzia.
Nappi, non contento di tutto questo, dà poi lezioni alla Provincia circa la necessità di evitare forme di assistenzialismo e consiglia alla stessa di dare luogo a processi aziendali e produttivi in grado di risolvere la questione del lavoro per i dipendenti dei Consorzi.
Ora, sarebbe troppo lungo spiegare a Nappi con quanta serietà si è lavorato e quali risultati sono stati prodotti in tre anni dalla provincia di Benevento; mi limiterò a dire che dal 1° gennaio 2012 tutti i servizi di gestione dei rifiuti saranno in capo alla Samte, la Società di gestione del ciclo rifiuti nel Sannio, che proprio lunedì scorso ha pubblicato il relativo bando di gara. Di quest’ultima circostanza, tuttavia, l’assessore Nappi non si è accorto, assorbito com’è, certamente, dagli impegni cui deve assolvere e che sono evidentemente di tale gravità e possanza da avergli impedito di leggere anche la lettera che il Presidente della Provincia di Benevento Aniello Cimitile gli ha inviato pochi giorni or sono, il 4 agosto scorso. A tale proposito riporto qui una dichiarazione resa alla Stampa allo stesso Cimitile: ‘Confermo di aver ricevuto dall’on.le Mastella una costruttiva lettera relativa al problema delle prospettive di lavoro nel medio periodo e nel futuro dei dipendenti dei consorzi di bacino Bn1, Bn2 e Bn3. In tale missiva viene avanzata l’ipotesi di una soluzione che prevede la collocazione dei lavoratori ‘presso le Amministrazioni comunali’ e in particolare nei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti, generalmente svolti da Ditte private. Questa ipotesi è stata sostenuta sin dal primo momento dalla Provincia di Benevento che l’ha portata all’attenzione di tutti gli incontri in Prefettura, con gli altri Enti istituzionali e Soggetti sindacali fino ad arrivare alla redazione di un Piano dettagliato di distribuzione dei lavoratori presso i singoli Comuni sanniti. Non possiamo quindi che esprimere immediato interesse sul fatto che tale ipotesi possa essere ripresa e rilanciata su nuove prospettive da esplorare grazie anche al contributo che viene offerto dall’on.le Mastella.
Come suggerito dall’europarlamentare, ho già provveduto, attraverso colloqui informali e con la proposizione di un atto formale ad inviare una richiesta all’assessore regionale al lavoro Nappi per la convocazione di un Tavolo tecnico-istruttorio al fine di studiare, verificare e programmare la fattibilità di un tale percorso e per venire quindi in tempi utili alla convocazione di tutti i Tavoli istituzionali politici ed istituzionali necessari e quindi dell’Assemblea dei Sindaci con cui tale ipotesi deve essere analizzata e discussa. Naturalmente accogliamo con vivo apprezzamento la disponibilità, espressa dall’on.le Mastella, a contribuire con impegno personale, istituzionale, personale e partitico, convinti come siamo che tale problematica va affrontata con il lavoro sinergico di tutte le istanze rappresentative del territorio’.
In definiva L’intervento dell’assessore regionale conferma il grado elevatissimo di strumentalità e di scarsa conoscenza di tutta la problematica che è alla base del disastro che coinvolge 127 lavoratori e le loro Famiglie. In ogni caso vorrei informarlo che il Bando Samte prevede l’assorbimento di tutte queste unità lavorative. Sempreché, naturalmente, non sia modificato nuovamente il quadro normativo e, in questo caso, sarebbe utile che se fosse prorogata la gestione dei servizi ai Comuni occorrerebbe pensare da subito all’assorbimento di quelle 127 unità da parte degli stessi Comuni».

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628