Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Tassa sul contante da parte di alcune banche, il Codacons invita i cittadini a chiudere i conti

Scritto da il 11 marzo 2011 alle 11:18 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Tassa sul contante da parte di  alcune banche, il Codacons invita i cittadini a chiudere i conti

In merito alla notizia dell’applicazione da parte di alcuni istituti di credito della ‘tassa sul contante’, per le operazioni allo sportello è intervenuta l’associazione dei consumatori Codacons:

‘In questi giorni – si legge nella nota – molti cittadini beneventani stanno ricevendo lettere attraverso le quali le Banche modificano unilateralmente le condizioni di conto corrente ed applicano balzelli ricompresi tra 3 Euro e 5 Euro per ogni operazioni di prelievo contante allo sportello. Ciò significa che un pensionato di 70/80 anni per ritirare 100 Euro dovrà pagare tra i 3 ed i 5 euro alla Banca solo per riavere indietro i propri soldi. L’argomentazione, sostenuta con molta faccia tosta dalle Banche, secondo cui si tratta di un costo evitabile con il bancomat non regge; soprattutto nei confronti delle persone anziane e poco avvezze all’uso dei mezzi elettronici. Né si comprende quali costi aggiuntivi debbano sostenere le banche per le normali operazioni di sportello. Del resto sono sempre i redditi bassi a pagare.
Come già commentato dalla Associazioni aderenti al Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione nazionale consumatori) – l’idea che un cittadino debba pagare per poter disporre del proprio denaro è un ritorno al Medioevo, e l’esempio concreto di come gli istituti di credito, introducano periodicamente nuovi balzelli il cui unico scopo è quello di salassare i consumatori e arricchire le proprie casse”.
“Gli utenti devono però sapere che non tutte le banche hanno deciso di adottare tale tassa. Invitiamo pertanto i correntisti – proseguono le associazioni – a verificare se la propria banca è tra quelle che applicano la “tassa sul contante” e, in tal caso, chiudere il conto e passare ad altro istituto di credito”. All’uopo il Codacons di Benevento ha messo a disposizione sul proprio sito una lettera tipo scaricabile di agevole compilazione che dovrà essere recapitata al proprio sportello per la chiusura del conto. Invitiamo i consumatori, pertanto, a scegliersi una banca che non faccia pagare per prendersi i propri soldi, a punire con la chiusura del conto gli Istituti che applicano tale balzello ed a trasferire i propri fondi. La lettera di chiusura del conto potrà essere recapitata con raccomandata ovvero, per evitare oneri e per avere la soddisfazione di veder in faccia il direttore della Banca, direttamente presso la sede pretendendo ivi l’apposizione di una sigla di ricevuta’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628