Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Paduli in festa il New York State Comptroller Thomas P. Di Napoli

Scritto da il 8 settembre 2011 alle 18:01 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Accoglienza in grande stile, ieri a Paduli, per Thomas P. Di Napoli, New York State Comptroller, che per la prima volta ha visitato il paese di origine di suo nonno Tommaso Pellegrino Di Napoli, di cui porta con orgoglio il nome. Molto sentita la partecipazione della comunità padulese di fronte alla quale, per vincere la visibile emozione, l’On. Di Napoli ha così esordito: “E’ davvero incredibile che proprio un politico, in occasioni come queste, arrivi a perdere le parole”. Emozionante infatti è stato conoscere la storia di quest’illustre personaggio, che da oltre trent’anni domina la scena politica dello Stato di New York e continua a onorare, ogni giorno, con il suo lavoro di grandissima responsabilità, gli Stati Uniti d’America, gli iatalo-americani, l’Italia e certamente il piccolo paese sannita custode delle sue radici, Paduli. “Quando sono stato eletto – ha dichiarato Di Napoli – durante la cerimonia di insediamento, ho menzionato mio nonno: ho pensato a cosa avrebbe potuto pensare lui in quel momento, di fronte alla consapevolezza che più di due milioni di newyorkesi avevano votato il mio, il suo nome, ed eletto me a ricoprire una funzione tanto delicata e importante”.

Per vent’anni deputato democratico all’Assemblea Generale dello Stato di New York, primo Comptroller di origine italiana per due volte eletto, la seconda con la maggioranza dei voti, Di Napoli ha iniziato giovanissimo la sua carriera politica dedicandosi fin da subito alla risoluzione dei problemi concreti della gente, con particolare attenzione al funzionamento e miglioramento del sistema scolastico statale. Proprio a tal proposito il sindaco Michele Feleppa, ha voluto ricordare tra i tanti riconoscimenti di cui Di Napoli è stato insignito, quello recentissimo di “Cavaliere al Merito” ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e consegnatogli a New York dal Console Generale Francesco M. Talò con queste parole: “Thomas P. Di Napoli è un uomo che si è distinto perché quando fa una cosa non la fa per sé, ma per gli altri, per la gente”.

Il sindaco Feleppa si è detto emozionato, orgoglioso e onorato d’avere l’occasione di ricevere a Paduli un “concittadino” tanto importante e che tanto si è impegnato e si impegna per la promozione della cultura e della lingua italiana negli Stati Uniti d’America. Centinaia sono stati i padulesi che, soprattutto dal 1880 al 1920, sono emigrati negli USA e in particolare nello Stato di New York. Per alcuni di loro, pochi, il legame con la madre patria, con le famiglie d’origine non si è mai spezzato, per molti altri invece sì, e come anche Di Napoli ha fatto notare: “Per molto tempo si è pensato a essere americani, più che italiani; il primo passo è stato quello di non trasmettere ai più giovani la conoscenza della lingua d’origine, come nel mio caso”. Così Feleppa ha continuato: “Noi abbiamo un sogno, quello di recuperare, di rinsaldare queste radici anche attraverso il prezioso apporto di illustri personaggi come l’On. Di Napoli, che possano farsi portatori di un messaggio di socialità, di memoria storica da tutelare e del forte desiderio di attuare misure concrete a favore dello scambio culturale ed economico tra la comunità padulese e quella italo-americana”. Una delle idee in tal senso è quella di favorire gemellaggi che permettano a studenti americani di venire a Paduli e godere delle confortevoli strutture che il Comune può offrire per periodi di studio o approfondimento della lingua e cultura italiana e a studenti padulesi di svolgere soggiorni di studio o approfondimento della lingua inglese in America. Dalla cultura all’economia, alla valorizzazione e commercializzazione dei prodotti tipici e di qualità, in primis l’ottimo olio, che il paese produce, fino al recupero del suo centro storico, tanti sono stati i temi di cui le autorità padulesi hanno discusso con i loro insigni ospiti.

Accompagnavano l’On. Di Napoli, il Senatore repubblicano dello Stato di New York Kenneth P. La Valle, il prof. Mario B. Mignone, direttore del Center for Italian Studies dell’Università Stony Brook di New York e il prof. Sebastiano Martelli, Ordinario di Letteratura Italiana e Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Salerno, che insieme al prof. Mignone, ha reso possibile questo evento e ha collaborato in modo insostituibile alla sua organizzazione. Tutti i compagni di viaggio erano commossi e intimamente partecipi, come i loro interventi hanno mostrato, della felicità e della forte emozione che il loro amico Thomas stava vivendo.

Ha rivolto il suo saluto a tutti gli ospiti e in particolare all’On. Di Napoli anche il capogruppo di minoranza in Consiglio Comunale Mimmo Vessichelli, evidenziando come, in questi momenti, le divergenze politiche vadano messe da parte per godere appieno del sentimento d’orgoglio che deve pervadere l’intera comunità padulese nell’accogliere un personaggio di tale caratura. “Nel mio caso l’orgoglio è doppio – ha dichiarato Vessichelli – dato che io rappresento localmente il Partito Democratico Italiano”.

Orgoglio di essere padulesi e tanta ammirazione nei confronti dell’On. Di Napoli anche nelle parole del capogruppo di maggioranza in Consiglio Comunale, Luigi Meo, e dell’Assessore al Turismo e allo Spettacolo, Alessandro De Lucia, principale organizzatore, insieme alla dott.ssa Silvia Fucci, del riuscitissimo evento di ieri. L’Assessore ha rivolto il suo messaggio di benvenuto agli ospiti e ringraziamento a tutti quelli che con il loro lavoro e il loro impegno hanno reso godibile ogni istante della manifestazione.

Hanno voluto omaggiare gli ospiti anche alcuni rappresentanti delle maggiori associazioni presenti sul territorio: la Pro Loco, l’Associazione Padulesi Nel Mondo (cui sono andati i ringraziamenti del Sindaco per la preziosa attività che da anni svolge nel tentativo di riscoprire e rinsaldare i legami con i Padulesi che vivono o sono nati all’estero), l’Associazione pensionati, l’Associazione culturale “L’Arco di Porta Columbro”.

Dopo lo scambio dei doni e i saluti, ha avuto inizio l’emozionante visita del centro storico. Thomas P. Di Napoli ha potuto visitare la Chiesa Madre del paese, dove il Parroco, don Enrico Iuliano, ha rivolto il suo personale saluto ai quattro ospiti. Di Napoli ha ritrovato, poi, la Via Annunziata, oggiAggiungi un appuntamento per oggi Via Roma, in cui suo nonno abitava e dove sorgeva la sua casa. Ma la visita è servita anche a mostrare, nella meravigliosa cornice paesaggistica di cui il pese gode, i recenti lavori di recupero del centro storico previsti da un più vasto piano in fase di attuazione.

Un breve spettacolo di musica popolare ha allietato gli attimi finali di questo pomeriggio di festa. L’On Di Napoli ha ringraziato calorosamente il Sindaco, la giunta comunale, gli organizzatori e tutta la comunità padulese con cui ha condiviso quello che non ha esitato a definire “uno dei momenti più belli della sua vita”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628