Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Foligno – Benevento 2-2: secondo posto blindato. Ma che sofferenza!

Scritto da il 8 maggio 2011 alle 14:49 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Obiettivo raggiunto. Il Benevento è ufficialmente secondo. Ma che sofferenza. Al ‘Blasone’, la squadra di Galderisi va prima avanti 2-0 (segnano Evacuo al 23’ e Clemente al 42’), poi si fa raggiungere nel giro di un minuto dal Foligno. Accade tra il 9’ ed il 10’ della ripresa: segna prima Sciaudone, che accorcia, poi Coresi, che firma il pari.

Al Benevento occorreva un punto soltanto, per tagliare il traguardo in seconda posizione. E dopo i primi quarantacinque minuti di gara erano addirittura 3. E’ sembrato tutto piuttosto facile nel primo tempo per la squadra di Galderisi, che si era presentata al Blasone priva degli squalificati Palermo e Siniscalchi e senza il portiere titolare Paoloni (sostituito da Corradino, al suo esordio stagionale), ma che in compenso recuperava Landaida e Pacciardi (squalifiche terminate per entrambi gli atleti giallorossi). I sanniti riuscivano a contenere senza eccessiva preoccupazione le incursioni umbre (per la verità, mai davvero pericolosi nella prima frazione di gara), per poi colpire inesorabilmente al 23’ con un colpo di testa di Evacuo su cross dalla destra di Pedrelli. Il raddoppio arrivava quasi allo scadere (minuto 42’) quando un altro invito di Pedrelli veniva consegnato a Clemente e raccolto in fondo al sacco da Rossini. In precedenza, avevano sfiorato il gol prima Pacciardi al 31’, con un colpo di testa passato vicinissimo all’incrocio dei pali; poi Evacuo, che al 41’ aveva colpito il palo.

Altra musica nella ripresa. Se nel primo tempo la reazione dei falchetti era stata sterile e traducibile in un mezzo tiro di La Mantia (peraltro bloccato senza eccessiva difficoltà da Corradino), nella seconda parte del match la voglia di lottare degli uomini di Giovanni Pagliari viene fuori più decisa e dà i frutti sperati. Il Benevento rientra sul terreno di gioco già pago, gli umbri partono all’assalto senza aver nulla da perdere (la retrocessione è a 45’ di orologio), ci mettono cuore e determinazione; i sanniti hanno un momento di blackout, sbandano e così i falchetti hanno il sopravvento. La rimonta si consuma tutta in un minuto, intramezzata anche dalla sostituzione di D’Anna con La Camera nelle fila del Benevento. Sciaudone accorcia al 9’ e Coresi sigla il pari al 10’: giusto il tempo di battere, che il trequartista umbro guadagna palla, si invola sulla sinistra e lascia partire un tiro che sorprende Corradino. Ma il pareggio non sazia i ragazzi di Pagliari, protesi in avanti alla ricerca di un gol che varrebbe l’accesso ai play out con un turno d’anticipo. Il Benevento, però, si sveglia dal torpore, si toglie il pigiama e si rimette la divisa ufficiale per condurre in porto il 2 a 2 che vale il secondo posto in classifica.

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628