Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Sannio e Barocco, continuano i concerti del conservatorio ‘N. Sala’

Scritto da il 8 aprile 2011 alle 11:50 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Continuano gli appuntamenti con i concerti organizzati dal Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento nell’ambito della mostra Sannio e Barocco. Domani, sabato 9 aprile, alle ore 20.00, presso la chiesa di San Bartolomeo di Civitella Licinio (Cusano Mutri) protagonista sarà l’organo, strumento polivoco capace di creare atmosfere sonore che fanno di un solo strumento, una sorta di grande orchestra dai colori e dalle sonorità sempre cangianti e suggestivi. Le note dell’antico organo a canne di scuola napoletana del XVIII secolo, gioiello dell’arte organaria, risuoneranno grazie agli allievi della Scuola di Organo e Composizione organistica del M° Mauro Castaldo: Michele Antonuccio, Mario Eritreo e Maria Sarracco.
I brani eseguiti daranno rilievo alla peculiarità del suono dello strumento e alla modulazione capace di arrivare a imitare vari strumenti, caratteristiche che hanno consentito all’organo di avere un posto di primo piano sullo scenario musicale. A questo non bisogna tralasciare il suo aspetto monumentale che consente una grande variazione decorativa importante nel periodo barocco quando il potere non solo si doveva sentire ma anche vedere: nel corso del seicento, infatti la decorazione dello strumento aumenta e muta, in tutta Europa vengono costruiti organi davvero monumentali, enormi con canne alte e grosse come colonne che sporgono da ogni dove, in cui le tastiere ed i registri crescono tanto che per taluni organi son previsti più esecutori.
Questo il programma nel dettaglio: G. Salvatore (1610-1688) Corrente Seconda “Ricercare Secondo, del Secondo Tuono alla quarta alta con due fughe e i suoi Riversi” , G. Frescobaldi (1583 – 1643) dai Fiori musicali – Messa della Domenica Toccata avanti la Messa, Canzon dopo la Pistola, Recercar dopo il Credo , J.S. Bach (1685-1750) Partite diverse sopra il corale: “Sei gegrüßet, Jesu gütig” (BWV 768) Corale.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628