Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Si è tenuto il seminario sulla conciliazione in materia di responsabilità medica.

Scritto da il 8 marzo 2011 alle 12:06 e archiviato sotto la voce Primo Piano, Sociale. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La Uil di Benevento rende noto che, nei giorni scorsi, presso l’auditorium dell’Ordine dei Medici ‘D’Alessandro’, s’è tenuto il seminario dal titolo ‘La conciliazione in materia di responsabilità medica.
‘Il tentativo di mediazione: una grande opportunità per medico e paziente’. Un momento di riflessione fortemente voluto dai docenti del centro “Eu – Team” che il 10 marzo formeranno nuovi mediatori, in vista dell’imminente conciliazione obbligatoria nelle controversie in materia di diritto civile.
Nel corso del dibattito, riflettori accesi anche sulle tecniche di gestione del conflitto e di interazione comunicativa, con riferimento alla mediazione demandata dal giudice. Ha introdotto i lavori il presidente dell’Ordine dei Medici, Vincenzo Luciani.
Nel prosieguo, Emilio D’Oro, medico legale, ha evidenziato che negli ultimi anni la responsabilità dei medici in ambito sanitario è diventata sempre più oggetto di ricorsi giurisdizionali da parte di pazienti che all’esito nefasto di interventi chirurgici hanno citato in giudizio dottori ed aziende sanitarie.
Da qui, spiega il medico, “la necessità da parte dello specialista di informare i propri assistiti sul tipo di intervento a farsi, per rendere edotti i pazienti sulle possibili controindicazioni che potrebbero sopraggiungere durante i trattamenti sanitari di una certa entità”. Marisa Frugiero, responsabile Eu-Team Benevento, ha invece posto l’accento sull’importanza del ruolo del mediatore professionista: “Tale figura nel campo medico è indispensabile.
I sanitari operano su un terreno particolarmente delicato. E’ pertanto necessario – ha concluso – che il mediatore sia particolarmente abile e preparato per poter affrontare tutte le problematiche che dovrà affrontare” .
Luciana Carpentieri, commercialista e formatore accreditato “Eu-Team”, ha delineato le modalità con le quali si forma un organismo di mediazione accreditato al Ministero della Giustizia ed ha poi aggiunto: “Tale figura andrà ad assumere un ruolo di primo ordine nella società civile, in vista dell’entrata in vigore della mediazione obbligatoria nelle controversie. Difatti, il prossimo 21 marzo il tentativo di mediazione sarà indispensabile ai fini della procedibilità della domanda giudiziale”.
Di natura tecnica la relazione del commercialista Antonello Frangiosa, che ha discusso sulle “agevolazioni fiscali previste dal Decreto legislativo numero 28/2010. Norma che rimarca le linee guida della mediaconciliazione. “Una procedura – ha detto – che può semplificare l’iter giudiziario nelle controversie civili e che comporta una serie di agevolazioni fiscali sia quando l’istanza viene depositata sia nella successiva applicazione dell’accordo conciliativo ”.
Fioravante Bosco, mediatore presso la Camera di Conciliazione dell’Ente Camerale di Benevento, ha sciorinato numeri e cifre utili alla comprensione dell’espansione dell’area della responsabilità professionale del medico: “Ogni anno oltre 150mila controversie che riguardano la responsabilità medica affollano le scrivanie dei magistrati preposti alla risoluzione.
I tribunali italiani non riescono più a smaltire celermente i carichi di lavoro. La mediazione obbligatoria alleggerirà il lavoro dei giudici, e risolverà le contese in maniera più celere, permettendo ai cittadini di avere giustizia, senza districarsi in onerosi ed estenuanti percorsi burocratici.
Va infine ricordato che rispetto alle altre fattispecie di responsabilità, quella medica è più difficile da dimostrare poiché il paziente deve, a suo esclusivo onere, provare il nesso di casualità tra la condotta del professionista e l’evento dannoso”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628