Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Montefalcone di Valfortore: incassa assegno clonato, denunciata dai carabinieri

Scritto da il 8 febbraio 2011 alle 15:17 e archiviato sotto la voce Attualità, Cronaca. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

I Carabinieri della Stazione di Montefalcone di Valfortore, al termine di una articolata attività di indagine, hanno denunciato per truffa e sostituzione di persona una quarantaquattrenne di Casoria, A.Q., per aver incassato presso il locale ufficio postale un assegno risultato poi clonato. I militari dell’Arma di Montefalcone, nel fine settimana scorso, avevano infatti raccolto la denuncia di un loro concittadino cinquantunenne, operaio edile, che controllando il suo conto corrente postale, aveva riscontrato l’ammanco di ben cinquemila euro, pur non avendo compiuto alcuna spesa né operazione di sorta.   Gli immediati accertamenti rivelavano che l’ammanco era dovuto all’incasso di un assegno postale, effettuato dalla donna denunciata nella giornata di venerdì, la quale aveva posto all’incasso un assegno regolarmente controfirmato. I Carabinieri, dopo aver preso visione dell’assegno incassato e depositato presso l’Ufficio postale, constatavano che aveva lo stesso identico numero seriale di un altro assegno che era legittimamente nella disponibilità del denunciante, ancora regolarmente inserito nel suo carnet degli assegni, ragion per cui l’assegno posto all’incasso era chiaramente falsificato, o meglio, abilmente “clonato” dall’originale. I militari operanti, entrati in possesso della copia dei documenti della donna che aveva posto all’incasso l’assegno, una copia di una carta d’identità e di un tesserino fiscale, hanno provveduto a contattare il Comune di Casoria, e hanno effettivamente riscontrato che la donna non solo era censita, ma che i documenti erano intestati proprio a lei. Dopo essersi fatti spedire per via telematica dal predetto comune campano una copia della documentazione, anche fotografica, della donna in questione, hanno provveduto ad effettuare il riconoscimento fotografico, nei confronti degli impiegati dell’ufficio postale, che la hanno riconosciuta senza ombra di dubbio. Per lei, gravata da numerosi e specifici precedenti penali, è scattata come già detto la denuncia a piede libero per truffa e sostituzione di persona. I Carabinieri stanno comunque ancora indagando per cercare di scoprire da dove proveniva l’assegno in questione, e soprattutto in che modo gli autori della truffa – la donna è stata arrestata ieri a Montesarchio insieme ad un complice, ma non si esclude che i due facciano parte di una banda ben più numerosa – siano venuti in possesso dei dati sensibili relativi al truffato. A tal proposito, nell’ambito del  controllo del territorio, finalizzato soprattutto alla captazione di persone di interesse operativo, che potrebbero potenzialmente commettere illeciti sul territorio stesso, sulla scorta del  piano coordinato voluto a livello centrale dal Comando Provinciale di Benevento per prevenire la commissione di furti e di truffe a danno della popolazione residente, l’Arma del Fortore ha intensificato i contatti con i Direttori degli uffici postali e delle sedi bancarie, sensibilizzandoli sul fenomeno delle truffe in atto, invitandoli senza esitazioni ad informarli di qualsiasi caso possa sembrargli sospetto.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628