Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

San Salvatore Telesino, convegno per riflettere sull’orrore della Shoah

Scritto da il 6 febbraio 2011 alle 19:27 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Cultura & Spettacoli. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Si è svolto all’Istituto Comprensivo “ San Giovanni Bosco” di S. Salvatore Telesino un convegno corredato dalla visione del film “Senza confini” in occasione della “Giornata della Memoria”. Quest’anno, infatti, l’Istituto ha voluto commemorare e riflettere sugli orrori della Shoah attraverso la figura di un eroe – martire che ha sacrificato se stesso per salvare migliaia di vite umane dallo sterminio. La figura di Giovanni Palatucci nato a Montella (AV) il 29 maggio 1909 e morto a Dachau il 10
febbraio 1945, è particolarmente cara a noi campani in quanto Uomo della nostra Terra. Eroico Funzionario di Polizia, Giusto tra le Nazioni per gli ebrei, Servo di Dio per la Chiesa Cattolica, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Civile dal Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro il 19 Maggio 1995 con la seguente motivazione: “Funzionario di Polizia, reggente la Questura di Fiume, si prodigava in aiuto di migliaia di ebrei e cittadini perseguitati, riuscendo ad impedirne l’arresto e la deportazione. Fedele all’impegno assunto e pur consapevole dei gravissimi rischi personali continuava, malgrado l’occupazione tedesca e le
incalzanti incursioni dei partigiani slavi, la propria opera di dirigente, di patriota e di cristiano, fino all’arresto da parte della Gestapo e alla sua deportazione in un campo di sterminio, ove sacrificava la giovane vita”. Alla presenza del Sostituto Vice Questore Marcello Cinotta e della Dott.ssa Caterina Frascadore del Commissariato di Telese Terme, gli alunni delle classi terze della Scuola
Secondaria di I grado, hanno rimarcato le ingiustizie e gli orrori di queste brutte pagine di storia, citando l’Art. 3 della Costituzione italiana: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” e hanno voluto così ricordare la vita sublime e l’agire del Palatucci improntati a queste tre parole: testimonianza, coraggio e compassione: “La forza dell’amore ha reso quest’uomo grande ed è in corso la causa di beatificazione per lui che diceva:-Vogliono farci credere che il cuore sia solo un muscolo e ci
vogliono impedire di fare quello che il cuore e la nostra religione ci dettano- ”. Hanno, quindi, recitato una preghiera in Suo onore e, dopo il momento di raccoglimento, è intervenuto il Dirigente Scolastico Dott. Prof. Antonio Galdiero che ha ringraziato il dott. Cinotta per la sua presenza e ha raccomandato una riflessione forte su un tema così difficile da far comprendere alle nuove generazioni. Il Sostituto Vice Questore Cinotta ha rimarcato la figura eclettica del Palatucci evidenziando che il mondo necessita di menti e di cuori aperti come lo
è stato questo eroe; rivolgendosi ai giovani ha sottolineato l’importanza del rispetto per la giustizia e per il senso del dovere, mettendo in evidenza che le Forze dell’Ordine devono essere viste come “Angeli custodi” della Società.
Con questa sensibile testimonianza e con il desiderio di imitare un così grande esempio la manifestazione si è conclusa con la certezza che grazie al ricordo di momenti di luce nel buio della storia, c’è ancora “speranza nell’uomo”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628