Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Fac-simile gettati nel fiume Titerno, la denuncia dell’associazione ‘Da sempre per Cerreto’

Scritto da il 5 luglio 2011 alle 17:58 e archiviato sotto la voce Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

‘In località Lavelle, al confine tra i paesi di Cusano Mutri e Cerreto Sannita, sono stati ritrovati centinaia e centinaia di fac-simile delle passate elezioni cerretesi. Essi sono stati palesemente gettati dal ponte per poi sparpagliarsi su tutta la scarpata del fiume Titerno’. E’ quanto denuncia in una nota l’’Associazione politico-culturale ‘Da sempre per Cerreto.

‘Osservando le numerose schede ancora adagiate sulle pietre, semi-sommerse dalle acque, è facile intuire che gran parte di esse sono state trasportate dalla corrente del fiume. Un grave danno ambientale che si aggiunge alla lunga lista di orrori ecologici di cui siamo tristemente noti.
Qualcuno ha pensato bene di disfarsi degli ingombranti rifiuti elettorali rovesciandoli direttamente nel verde della già contaminata natura cusano-cerretese. Se un turista, non a conoscenza dei nostri usi e costumi, dovesse capitare per il nostro paese, grazie ai tanti “biglietti da visita” disseminati nel fiume, potrà farsi immediatamente un’idea del nostro modo di rapportarci all’ambiente e del rispetto che abbiamo per esso. Con questo modo di fare, ad essere pubblicizzate non saranno le nostre belle realtà naturali ma le nostre deficienze, le nostre incompetenze e la nostra ignoranza.
Inoltre in un paese nel quale la stragrande maggioranza della popolazione concepisce le figure politiche come corrotte e menefreghiste, un gesto del genere non può che deteriorare ulteriormente la loro immagine, come ormai logora è l’immagine di una cittadina che, sebbene ricca di invidiabili potenzialità, non riesce a ritagliarsi un’identità economica e turistica.
Ordunque bisognerebbe risalire non tanto agli autori del misfatto, ma piuttosto ai mandanti. Certo è che la zona dovrà essere ripulita perché notevolmente inquinata; come inquinata è la coscienza di chi si è reso protagonista o responsabile di un gesto tanto deplorevole’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628