Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

I precari di Benevento in piazza per la dignità delle donne e contro Berlusconi

Scritto da il 5 febbraio 2011 alle 15:34 e archiviato sotto la voce Attualità, Società. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il 13 Febbraio in molte città italiane si manifesterà per difendere la dignità e il valore della donna in seguito agli ultimi avvenimenti che vedono coinvolto il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Un appello trasversale all’indignazione che ci vede di certo coinvolti ma che ci lascia riflettere.Era necessaria un’inchiesta giudiziaria a risvegliare le coscienze sopite e prioritarie le abitudini sessuali di Berlusconi per metterlo in discussione? Saremo in piazza determinati a esprimere la nostra rabbia contro un Governo che ha leso il diritto alla vita dignitosa, che rende sempre più precarie le nostre vite. Saremo in piazza per dire no al modello Marchionne, che vogliono estendere a tutto il mondo del lavoro a forza di biechi ricatti escogitati per indebolire ancor più i deboli e rafforzare a dismisura i poteri .Ci indigniamo ogni volta che i profitti personali si antepongono a quelli comuni. Siamo indignati quando l’uguaglianza tra pari diventa impari e quando il corpo diventa strumento di scambio. Siamo indignati perchè ci stanno rubando il futuro nell’indifferenza generale. Siamo indignati perché mentre l’impiegata, l’insegnante, l’operaio e la studentessa si barcamenano tra mille difficoltà alla ricerca di una vita che non c’è, di un lavoro sottopagato e sotto ricatto, mentre il pensionato deve decidere se usare gli ultimi spiccioli rimasti della pensione sociale per mangiare o pagare la bolletta, mentre la vita scorre lenta e incerta,c’è chi pensa bene di dovere finanziare banche e poteri forti. E così mentre nei palazzi si consumano i migliori festini, fuori c’è un popolo scontento che chiede giustizia e uguaglianza, mentre nelle fortezze capitalistiche i Marchionne di turno impongono il target lavorativo del ricatto gli operai innalzano le barricate, mentre nelle cupole di vetro si taglia cultura per far sì che gli ignoranti diventino manovrabili fuori gli studenti resistono per riprendersi i saperi. Il 13 Febbraio dunque scendiamo in piazza rivendicando diritti e giustizia sociale, contro chi vuole negarci un futuro degno.Per dire no a questo Governo, per rivendicare la dignità sottratta non solo alle donne considerate come corpo e piacere, ma a tutti coloro che vengono umiliati da chi crede che tutto gli sia concesso in questo paese . Infine scendiamo in piazza con giovani, donne, uomini, che in Egitto hanno deciso di alzare la testa, sfidando il coprifuoco.Stiamo assistendo a qualcosa di nuovo, ad un protagonismo sociale radicale che rifiuta di pagare il prezzo della crisi e non vuole più vivere nella miseria, ma invece vuole riappropriarsi del futuro e liberarsi da governanti corrotti e tiranni.Una rivoluzione in atto quella in Egitto che prende piede dopo i tumulti e le rivolte in Tunisia e in Algeria, che parla lo stesso linguaggio dei nostri territori, utilizza gli stessi strumenti afferma eguali rivendicazioni. Che la nostra indignazione si faccia sentire domenica 13 febbraio ore 17:00 in Piazza Federico Torre. 

                                                                                Comitato Insegnanti e Ata precari Sanniti, Brigate Solidarietà attiva ,L@p

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628