Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio scommesse, per il Benevento chiesti 14 punti di penalizzazione

Scritto da il 4 agosto 2011 alle 10:04 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Dure le richieste del procuratore federale Stefano Palazzi nei confronti di società e tesserati. Assurdo, per il Benevento chiesti 14 punti di penalizzazione da scontare nel campionato 2011-2012 e 30mila euro di ammenda. La richiesta nasce ovviamente dalle partite che vede coinvolta la società sannita (responsabilità oggettiva) attraverso l’operato del suo portiere Paoloni. Si fa riferimento alle gare disputate dai giallorossi contro Pisa, Cosenza, Viareggio e Taranto (per coinvolgimento diretto) e ai match Siena-Sassuolo e Inter-Lecce (per coinvolgimento indiretto).

Non va meglio ad Alessandria e Ravenna: per il club piemontese la richiesta è il declassamento all’ultimo posto del campionato di competenza; mentre per i romagnoli addirittura l’esclusione dal campionato di competenza con assegnazione in categoria inferiore più  50mila euro di ammenda.
Tra i tesserati le richieste più pesanti sono per Bellavista, Bressan, Buffone, Erodiani, Gervasoni, Paoloni, Santoni, Signori e Sommese per tutti chiesti 5 anni di squalifica più preclusione.

Questo comunque il dettaglio delle richieste nei confronti di tesserati e club avanzate dal procuratore Palazzi, così come riportato dal sito della FIGC:

Antonio Bellavista: 5 anni di squalifica, più preclusione, più 3 anni e 6 mesi in continuazione;
Mauro Bressan: 5 anni di squalifica, più preclusione, più 6 mesi in continuazione;
Giorgio Buffone: 5 anni di squalifica più preclusione più 3 anni e 3 mesi in continuazione;
Antonio Ciriello: 4 anni di inibizione;
Daniele Deoma: 1 anno e 9 mesi di squalifica;
Cristiano Doni: 3 anni e 6 mesi di squalifica;
Massimo Erodiani: 5 anni di squalifica, più preclusione più 8 anni in continuazione;
Gianni Fabbri: 5 anni di inibizione, più preclusione;
Carlo Gervasoni: 5 anni di squalifica, più preclusione e 1 anno in continuazione;
Thomas Manfredini: 3 anni di squalifica;
Marco Paoloni: 5 anni di squalifica, più preclusione e 5 anni in continuazione;
Salvatore Quadrini: 1 anno di squalifica;
Leonardo Rossi: 3 anni di squalifica;
Nicola Santoni: 5 anni di squalifica più preclusione;
Davide Saverino: 3 anni di squalifica;
Giuseppe Signori: 5 anni di squalifica, più preclusione, più 1 anno e 6 mesi in continuazione;
Vincenzo Sommese: 5 anni di squalifica, più preclusione, più due anni in continuazione;
Giorgio Veltroni: 5 anni di inibizione.

Per quanto riguarda le società sono stati chiesti per:
l’Atalanta: 7 punti di penalizzazione nel campionato 2011-2012;
l’Alessandria: retrocessione all’ultimo posto nel campionato di competenza;
l’Ascoli: 6 punti di penalizzazione nel campionato 2011-2012 e 90mila euro di ammenda;
il Benevento: 14 punti nel campionato 2011-2012 e 30 mila euro di ammenda;
la Cremonese: 9 punti nel 2011-2012 e 30mila euro;
il Cus Chieti: 1 punto nel 2011-2012 e 4500 euro;
l’Esperia Viareggio: 1 punto da scontare nel 2010-2011;
l’Hellas Verona: 50mila euro di ammenda;
il Piacenza: 4 punti da scontare nel 2010-2011 e 50mila euro;
la Pinodi Matteo: 12 punti nel 2011-2012 e 1600 euro di ammenda;
il Portogruaro: 50mila euro di multa;
il Ravenna: esclusione dal campionato di competenza, assegnazione in categoria inferiore e 50mila euro di ammenda;
la Reggiana: 2 punti nel 2011-2012;
il Sassuolo: 50mila euro di ammenda;
lo Spezia: 1 punto nel 2011-2012;
il Taranto: 1 punto 2011-2012;
la Virtus Entella: 40.000 euro.

Accettate inoltre dalla Commissione le proposte di patteggiamento avanzate in mattinata in apertura del procedimento: 3 anni di squalifica a Parlato e Tuccella, 1 anno e 2 mesi a Bettarini, 1 anno e due mesi a Micolucci, 1 anno a Zaccanti e Tisci, 6 mesi a Furlan, 5 mesi di inibizione e 10 mila euro di ammenda a Gibellini. Anche il Chievo ha ottenuto il patteggiamento: alla società è stata inflitta un’ammenda di 80 mila euro per responsabilità oggettiva.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628