Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Chiesa di S. Sofia nel Patrimonio Unesco, presto un Consiglio comunale

Scritto da il 4 luglio 2011 alle 17:33 e archiviato sotto la voce Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

A breve sarà convocato un Consiglio comunale per celebrare l’inserimento della Chiesa di S. Sofia nel Patrimonio mondiale dell’Unesco e per pianificare, assieme a tutte le istituzioni presenti sul territorio, le azioni necessarie a consolidare e valorizzare ulteriormente questo importante riconoscimento. Ad annunciarlo stamani, nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo Paolo V, è stato il sindaco di Benevento, Fausto Pepe.

“Oggi – ha spiegato il sindaco – siamo a chiamati dall’intera umanità a preservare questo inestimabile patrimonio, e non più dalla sola città di Benevento. Dobbiamo adeguare la vita cittadina a questa nuova dimensione. Tutti, inoltre, dobbiamo chiederci cosa possiamo fare in questa direzione e cosa finora non abbiamo fatto, tenendo conto che in altre città si è festeggiato l’evento e si è discusso delle nuove prospettive derivanti dall’importante risultato conseguito. Da noi, invece, c’è stata solo una corsa ad attribuirsi i meriti, anche quelli presunti. D’ora in avanti, dunque, dovremo lavorare per superare questo gap, per aumentare la consapevolezza dei cittadini e per attrezzarci rispetto alla prospettiva che Benevento nel giro di qualche anno diventerà una città turistica. E’ questa la vera sfida che ci attende oggi, dopo essere riusciti a vincere quella per riaccendere i riflettori sulla nostra città”.

L’assessore ai Beni Culturali, Raffaele Del Vecchio, ha ripercorso le principali tappe della candidatura, le difficoltà incontrate, il coraggio e, soprattutto, ha evidenziato il coinvolgimento in questo percorso della parte più sana e dinamica della città, che ha definito “classe dirigente diffusa”.

“Come prima e diretta conseguenza di questo risultato – ha spiegato l’assessore Del Vecchio – ci sarà un incremento dei flussi turistici di circa il 30%. E’ questo, infatti, il trend che si è registrato per gli altri siti che hanno avuto il riconoscimento dell’Unesco. D’ora in avanti, inoltre, si aprono nuovi canali di finanziamento e, già a partire da luglio, parteciperemo al bando per attingere ai fondi speciali previsti dalla legge 77/2006. Anche alla Regione proporremo dei progetti già pronti per il finanziamento, chiedendo inoltre la creazione di una canale istituzionale privilegiato. Intendiamo, inoltre, affidare al maestro Mimmo Paladino il compito di realizzare il nuovo altare e gli arredi sacri della chiesa di S. Sofia”.

Sia il sindaco, Fausto Pepe, che l’assessore ai Beni Culturali, Raffaele Del Vecchio, hanno infine annunciato che d‘ora in avanti ci saranno maggiori controlli e cambieranno alcune regole in modo da salvaguardare il decoro urbano nella cosiddetta “buffer zone”: non saranno più tollerate le partite di calcio nello spazio antistante la chiesa di S. Sofia; saranno multati i proprietari dei cani che risulteranno sprovvisti del kit per la rimozione delle deiezioni canine; non sarà più consentita l’organizzazione di manifestazioni non compatibili alla nuova vocazione del centro storico; ci saranno nuove regole per i dehors e i proprietari dei palazzi insistenti sul corso Garibaldi verranno “invitati” a migliorare il decoro delle facciate degli immobili.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628