Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alta Capacità Napoli-Bari, Boffa: ‘Approvato finanziamento del primo lotto’

Scritto da il 3 agosto 2011 alle 17:26 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

“ Il CIPE, finalmente, dopo tanti annunci e dopo aver continuamente sottratto risorse al Sud per destinarle altrove, ha deliberato una scelta significativa approvando il finanziamento del primo lotto funzionale (Cancello-Frasso Telesino-Dugenta) della linea ad Alta Capacità ferroviaria Napoli-Bari”- così l’on.Costantino Boffa commenta l’esito della riunione del Cipe che si è tenuta questa mattina e che ha prodotto lo stanziamento di 790 milioni di euro per la realizzazione dell’opera inclusa tra le cinque infrastrutture strategiche prescelte dal Governo per essere finanziate col Piano Sud. “Resta tuttavia ancora lungo il cammino da fare prima che il Mezzogiorno possa colmare quel divario nel campo infrastrutturale che lo separa dalle altre aree del Paese e che rappresenta uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo dei nostri territori. Il Sud dunque attende ulteriori risposte ed è su questa consapevolezza che proseguirà il nostro impegno, intanto è importante che si sia fatto un passo avanti.”.
Quanto al primo finanziamento del lotto sannita della Napoli-Bari: “è il risultato di un impegno costante e continuo- prosegue il parlamentare sannita del Pd. Tante sono state le iniziative, politiche ed istituzionali, di cui mi sono reso promotore assieme ad altri parlamentari, che in questi anni sono state portate avanti e che hanno determinato il raggiungimento di quest’obiettivo. Ricordo che cento deputati di maggioranza e opposizione, era il maggio del 2010, scrissero al Presidente del Consiglio e al Ministro delle Infrastrutture per chiedere di portare al Cipe l’approvazione definitiva del progetto; una analoga iniziativa era stata già prodotta da altri trenta parlamentari pochi mesi prima; sul tema poi sono state approvate all’unanimità, in Commissione Trasporti, ben tre risoluzioni; il finanziamento della Napoli- Bari è stato inoltre oggetto di un question time in cui il Governo riconfermò l’assoluta priorità dell’opera. Non vanno poi dimenticati i diversi ordini del giorno presentati alla Camera e sempre votati da parlamentari di ogni schieramento e le due iniziative che si sono tenute qui a Benevento e che hanno visto la partecipazione dei ministri interessati, dei presidenti delle regioni Campania e Puglia nonchè dei rappresentanti istituzionali di altri paesi europei coinvolti nel progetto dei corridoi di trasporto per lo sviluppo ”.
“Parliamo della principale infrastruttura prevista per il Mezzogiorno, inclusa in tutti gli atti di programmazione, nazionali e regionali, e condivisa sia socialmente che istituzionalmente. L’Alta Capacità Napoli-Bari consentirà al Sud di agganciarsi ai grandi corridoi europei dello sviluppo, e alle aree interne, in particolare al nostro Sannio, di superare quella condizione di marginalità e perifericità che negli anni ha impedito lo sviluppo duraturo del nostro territorio”.
“E’ inoltre il risultato della sinergia con cui tutti gli enti interessati, a partire dalle regioni Campania e Puglia, hanno lavorato per portare avanti un progetto capace di rilanciare un collegamento storico quale quello tra il Tirreno e l’Adriatico. Un cammino iniziato nel luglio del 2006 con la firma di un Protocollo d’intesa sottoscritto dai Ministri alle Infrastrutture e ai Trasporti allora in carica, da Ferrovie dello Stato e Rete Ferroviaria Italiana, e dai presidenti delle regioni Campania e Puglia”.
“Come si vede- conclude l’on.Costantino Boffa- anche quegli obiettivi che sembrano difficili da ottenere diventano realizzabili quando si lavora con spirito istituzionale, e questo nonostante un certo fatalismo circa l’inutilità di rincorrere traguardi troppo ambiziosi e ardui da raggiungere. Resto della convinzione che anche le altre iniziative strategiche per il rilancio e la crescita economica del Mezzogiorno e del Sannio, come il raddoppio della Telese-Caianello, la scelta logistica (che la decisione del Cipe di oggi rende più credibile), le infrastrutture tecnologiche necessarie a colmare il divario digitale, possono diventare risultati concreti insistendo sulla cooperazione istituzionale e il lavoro bipartisan. La delibera del Cipe, infatti, conferma pienamente gli obiettivi di sviluppo e strategici che ci siamo dati per questa provincia e che stiamo perseguendo con tenacia perché sono gli unici che possono determinare quelle condizioni utili a rendere il nostro sistema territoriale competitivo e a generare un processo di sviluppo strutturale”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628