Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Intesa Autorità di Bacino Liri-Garigliano e Provincia: esteso programma di lavoro

Scritto da il 3 marzo 2011 alle 19:22 e archiviato sotto la voce Ambiente, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Sarà esteso il Programma di lavoro comune a seguito dell’Intesa di Programma tra l’Autorità di Bacino Liri-Garigliano e Volturno e la Provincia di Benevento, a suo tempo sottoscritta.
Lo ha stabilito la riunione del Tavolo Tecnico, cui hanno partecipato il Segretario Generale dell’Autorità di Bacino, Vera Corbelli; l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Benevento, Gianluca Aceto; il Responsabile del Settore Risorse Idriche e Difesa del Suolo della Provincia di Benevento: Zosimo Maiolo; il Dirigente Tecnico dell’Autorità di Bacino LGV: Filippo Pengue; i Funzionari dell’Autorità di Bacino LGV: Raffaele Velardo, Pasquale Coccaro, Maria Pagliaro, Lorenzo Benedetto, Lucio Marra; i Componenti del Gruppo di Lavoro della Provincia di Benevento: Katia Parente, Luigi Matarazzo, Gaetano Fiorentino; l’Università del Sannio: Nicola Fontana, Nicola Ielardi, Ernesto Prozzillo; il Consigliere Nazionale CIRF e referente per la Campania, Rocco Lafratta.
Tra i punti salienti della nuova intesa si è registrata l’appoggio all’iniziativa del Presidente della Provincia di Caserta, on. Domenico Zinzi, per la salvaguardia delle risorse idriche della Campania e per tale ragione è stata richiesta alla Regione la stipula di un “Accordo di Programma” per contrastare l’inquinamento delle falde e dei corpi idrici superficiali.
Inoltre si è stabilito che, attraverso il contributo dei tecnici scelti dai due Enti ed appartenenti ai rispettivi gruppi di lavoro, verranno affrontare le diverse criticità presenti sul territorio. L’attività si svolgerà in due fasi:
- la prima fase riguarderà l’analisi e la verifica a scala provinciale delle criticità esistenti sul territorio e, partendo da queste, l’identificazione delle aree sulle quali intervenire e le azioni a farsi;
- la seconda fase consisterà nell’attuazione delle azioni specifiche di volta in volta definite in base alle azioni individuate.
La Provincia di Benevento ha stabilito di provvedere alla pianificazione del territorio di propria competenza, in osservanza della normativa statale e regionale, con particolare riguardo alle tematiche ambientali e paesaggistiche. Di fatto, l’Assessorato all’Ambiente dell’Ente Provincia ha attuato una serie di interventi per: la manutenzione delle aste fluviali dei Fiumi Calore, Sabato, Tammaro e Isclero; la manutenzione delle sponde fluviali; lo sviluppo di metodologie per la gestione territoriale dei sistemi idraulici e dei rifiuti attraverso l’intesa siglata con l’Università del Sannio; l’intesa di programma tra la Provincia di Benevento ed il Consorzio di Bonifica Sannio-Alifano finalizzata alla realizzazione sul territorio di azioni ed interventi di comune interesse nell’ambito della difesa e conservazione del suolo e della tutela dell’ambiente; l’attuazione dei ‘Contratti di Fiume’ per i corsi d’acqua Calore, Volturno, Isclero, Sabato e Tammaro; l’utilizzo di sistemi di fitodepurazione per il trattamento delle acque reflue; la collaborazione con la Provincia di Avellino per il Contratto di Fiume dell’Ufita;l’adesione della Provincia di Benevento ad AGENDA 21 LOCALE, recependo gli indirizzi della Carta di Ferrara e della Carta di Aalborg, ed attivazione del Forum Ambientale FA.BENE.; l’attività di programmazione generale, formazione e ricerca per l’ambiente attraverso il ‘Progetto Acqua 2.0’, ‘Caravan 2.0’, i ‘Quaderni di Educazione Ambientale’, ‘La Giornata Mondiale dell’Acqua’ (in programma a Telese il 22-23 marzo 2011).
In particolare, nell’ambito dell’Intesa di Programma tra l’Autorità di Bacino dei fiumi Liri-Garigliano e Volturno e la Provincia di Benevento, e grazie alla collaborazione con l’Università del Sannio, sulla scorta di riunioni tecniche svolte nei mesi precedenti, si è evidenziata l’opportunità di mettere a punto una procedura metodologica per la caratterizzazione quali-quantitativa di un corso d’acqua, da applicare a scopo dimostrativo ad un bacino pilota ricadente all’interno del territorio di competenza della Provincia. In linea generale, le attività si potrebbero suddividere in due macrofasi: una fase conoscitiva, mirata alla raccolta delle informazioni disponibili per una corretta caratterizzazione del sistema e per la stima degli impatti, ed una fase di analisi, con lo sviluppo di una piattaforma integrata che, mediante la modellazione matematica dei fenomeni di interesse, consenta di valutare in tempi rapidi gli effetti di eventuali interventi sulle caratteristiche di qualità del corso d’acqua.
In questa prima fase si è programmata la messa a punto di un modello di simulazione quali-quantitativa per il Fiume Isclero, al fine di valutare l’efficacia di eventuali interventi di risanamento e di definirne le priorità, consentendo quindi una programmazione a scala di bacino. Questo studio quali-quantitativo del bacino del suddetto corso d’acqua rappresenterà un ‘progetto pilota’ sperimentale di bonifica e di riqualificazione da utilizzare come punto di partenza nell’ambito di un piano più organico di interventi che riguarderanno, successivamente, tutti gli altri corsi d’acqua principali ricadenti nel territorio provinciale. Tale progetto verrà sottoposto a breve all’analisi da parte della Regione Campania.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628