Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Natale 2010: per i bambini anche regali ecosostenibili

Scritto da il 22 dicembre 2010 alle 19:30 e archiviato sotto la voce Attualit√†, Societ√†. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Mancano solo tre giorni a Natale e la corsa sfrenata ai regali ancora non e’ terminata. Una ricerca che tende ad accontentare soprattutto i piu’ piccoli che come ogni anno attendono di incontrare Babbo Natale. Certo e’ che tempi sono cambiati e se una volta si desideravano bambole e giochi di societa’ i ragazzi di oggi hanno gusti un po’ piu’ tecnologici e nella lista dei desideri spopolano cellulari e lettori mp3. Ma il mondo dei giocattoli ha sempre un suo fascino e complice una maggiore consapevolezza ambientale si rinnova in chiave sostenibile. E cosi’ sotto l’albero potrebbe finire il pongo ecologico di Happymais, a base di Mater-Bi, un materiale prodotto con amido di mais, biodegradabile o le tutine in cotone biologico per quelli appena nati. E da Altromercato, grande organizzazione di commercio equo e solidale, arriva anche il pacco dolci: caramelle gommose alla frutta, pandorino ricoperto di cioccolato e cioccolato Xoco al latte. Ma i regali oltre a rivestire una funzione ‘ludica’, possono trasmettere anche messaggi positivi e il Natale e’ sicuramente l’occasione adatta per i buoni propositi. Sotto l’Albero anche libri educativi come ‘Rifiutarsi’, nato dalla collaborazione nell’ambito della responsabilita’ sociale tra Novamont (azienda che produce e commercializza plastica biodegradabile e compostabile denominata Mater-Bi¬ģ) e La Fenice (associazione non-profi che si occupa di diffondere la responsabilita’ sociale e l’etica nelle imprese). E’ la storia di Filippo, un ragazzino che prova a raccontare inutilmente ai suoi impegnatissimi genitori e alla sorella maggiore quanto ha imparato a scuola: che bisogna imparare a vivere diversamente, che bisogna ‘Rifiutarsi’. Un racconto in italiano, con un intento multiculturale visto che contiene la traduzione in sette lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese e arabo). Si tratta un messaggio di speranza ma soprattutto di volonta’ e di impegno di cio’ che si puo’ fare, quando si sa cio’ che si vuole. Una missione ambiziosa ad esempio potrebbe essere liberare l’ambiente dai rifiuti. L’avventura si chiama ‘L’ispettore Closet e la tribu’ del riciclo’, ed e’ un racconto didattico per ragazzi dedicato al tema del recupero dei rifiuti e della raccolta differenziata. A realizzarlo e’ stata Coca-Cola Hbc Italia in collaborazione con Fondazione Aida. Protagonisti del racconto sono cinque personaggi, l’ispettore Closet e Giovanna, Max, Mohoror e Sandra, che dopo aver risolto ‘Il mistero dell’acqua scomparsa’ ora sono alle prese con i rifiuti abbandonati che potevano essere riciclati.

                                                                                                                                                                                                     Fonte: Adnkronos

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628