Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Oreste Vigorito: “la serie B? Un sogno di tutti, anche di mio fratello”

Scritto da il 21 novembre 2010 alle 20:11 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Parole commoventi, dettate dal cuore, quelle pronunciate dal presidente Oreste Vigorito nel dopopartita, nei confronti dei suoi atleti che – ha detto –  ‘si sono battuti da gladiatori, mostrando un grande spirito di collaborazione. I ragazzi – ha continuato il massimo dirigente sannita – mi hanno trascinato negli spogliatoi e mi hanno abbracciato. Non mi era mai capitato se non in qualche rara occasione in cui è stato assegnato un premio. Credetemi loro sono qui per coronare un sogno: il loro, ma anche il vostro e quello di mio fratello”. La commozione ha preso il sopravvento sulle parole, gli occhi sono diventati lucidi e carichi di lacrime. Il presidente le trattiene a stento anche perché il sogno della serie B era un desiderio comune che il presidente Oreste avrebbe voluto condividere insieme al fratello Ciro. La sala stampa si è sciolta in un applauso caloroso, sincero, di sostegno e affetto verso il patron giallorosso.

E’ toccato, poi, ad Andrea Pintori entrato nel secondo tempo quando si era ancora sullo 0-0. Il suo ingresso è servito a dare la carica e a sbloccare la partita: “Avevamo voglia di vincere – sostiene l’esterno sardo – e conoscendo il risultato delle altre squadre era anche normale provare a spingere per cercare di conquistare i tre punti”.

Non poteva mancare l’autore di entrambe le marcature giallorosse, Giampiero Clemente, che ha dedicato alla sua famiglia la doppietta. Il talento siciliano si è detto soddisfatto per la sua prestazione specie per come era iniziato  il campionato: “Non sono partito bene, ma ora sto migliorando gara dopo gara”. E’ passato poi ad analizzare il match : “L’Andria ci ha dato filo da torcere specie nel primo tempo, quando ha fatto un buon possesso palla e chiuso molto bene. Gli episodi – ha poi aggiunto – sono stati determinanti ed hanno permesso di sbloccare la partita. Rotti gli equilibri siamo stati fortunati nel trovare il raddoppio”. I suoi due gol sono stati di pregevole fattura ed hanno mandato in visibilio il pubblico del “Ciro Vigorito” che lo ha a lungo applaudito segno di un legame forte tra tifoseria e calciatore che lo stesso capitano non nega: “E’ normale sono quasi cinque anni che sono in questa città, insieme abbiamo vissuto tante emozioni”.

A chiudere le interviste sono stati gli interventi dei due tecnici. Prima Aldo Papagni: “Ho visto una squadra propositiva, che non ha fatto catenaccio ma creato più di una difficoltà al Benevento. Purtroppo non riusciamo a concretizzare le opportunità che creiamo.  Le risposte che sto, comunque, avendo dai ragazzi in questo ultimo mese sono incoraggianti e fanno ben sperare“. Il tecnico di Bisceglie si sofferma anche sulla prestazione dei sanniti: “Ho visto una squadra che ha fatto molto non possesso, che ha giocato con intelligenza stando attenta a non subire gol e a  sfruttare la qualità dei calciatori che ha in organico”.

Non nasconde le difficoltà incontrate contro l’Andria mister Agatino Cuttone: “Eravamo consapevoli delle difficoltà della partita. Avevo infatti raccomandato ai ragazzi di non cercare con frenesia il gol, ma di essere prudenti. Sapevo che prima o poi sarebbe arrivata la rete. Abbiamo segnato prima da fuori area poi su punizione per buona pace di chi diceva che non lo facevamo mai”.

Uniche pecche che l’allenatore giallorosso trova alla sua squadra, alla quale fa comunque i complimenti, sono l’imprecisione negli ultimi passaggi e la difficoltà avuta nel portar palla sugli esterni.

Su Bianco dice: “E’ stata una scelta sofferta non inserirlo dal primo minuto. Ho preferito optare per la continuità. Nella ripresa, poi gli equilibri erano tali che non me la sono sentita di cambiare”.

Riguardo alla partita contro il Foggia tra una settimana ha concluso dicendo: “Per ora godiamoci questa vittoria. Al Foggia penserò in settimana perché so già che contro gli uomini di Zeman occorrerà una marcia in più”.

di Edoardo Porcaro


Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628