Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Si è tenuta giovedì scorso il quarto incontro di Cives

Scritto da il 20 dicembre 2010 alle 15:09 e archiviato sotto la voce Attualità, Società. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Si è svolto giovedì 16 dicembre il quarto incontro della IV edizione di CIVES – Laboratorio di Formazione al Bene Comune. Nella sala del Centro di Cultura a piazza Orsini, Gianna Savaris – vicepresidente nazionale Forum delle Associazioni Familiari – è intervenuta su Le politiche e le azioni a sostegno delle relazioni familiari nella città, in diretta streaming su www.pastoralesocialebn.it. “In questo momento la famiglia è oggetto di tante attenzioni retoriche ma mancano iniziative concrete di promozione e sostegno – ha affermato Ettore Rossi, direttore dell’Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro della Diocesi di Benevento – Sarebbe molto interessante, per esempio, che le amministrazioni locali mettessero in atto scelte per modulare le politiche tariffarie dei servizi pubblici in funzione del nucleo familiare, considerando anche la presenza al suo interno di persone disabili, non autosufficienti o con altre difficoltà. E’ questo un modo per riconoscere che la famiglia è custode della dignità della persona”.
Gianna Savaris, forte di un impegno trentennale nel mondo dell’associazionismo, ha così argomentato: “Il Forum delle Associazioni Familiari è stata un’intuizione geniale perché ha permesso che confluissero in un unico coro le tante voci associative che si occupavano della famiglia, ognuna delle quali portatrice di un’esperienza diversa. In diciotto anni di attività il Forum è divenuto interlocutore credibile per la programmazione delle politiche familiari”. L’assunto di base che regola le azioni del Forum è lo stesso che enunciava Giovanni Paolo II nell’enciclica del 1981 “Familiaris Consortio”, ponendo l’accento sulla famiglia intesa come una risorsa e non come problema per la società.
“Compito dello Stato è promuovere la famiglia – ha continuato Savaris – la quale garantisce stabilità e continuità, condizioni necessarie per la sua sopravvivenza. La famiglia non è solo un fatto privato ma anche pubblico, poiché i figli sono i cittadini di domani e l’Italia è l’unico paese che non riconosce il carico dei figli come un valore”. Savaris ha precisato di far riferimento alla famiglia quale soggetto, universalmente riconosciuto, da cui nascono e crescono i figli.
Il Forum, forte della diversità identitaria che lo caratterizza, presenta le proprie istanze ad amministrazioni locali, Governo, commissioni parlamentari. “Se il contributo è dato da chi lavora sul campo – ha ancora sottolineato – le leggi forse saranno meno ideologiche e più concrete, vicine alle famiglie, realisticamente praticabili e condivisibili”.
“E’ necessaria una riforma fiscale che tenga conto della centralità della famiglia – ha ribadito a più riprese – e che attui il principio di sussidiarietà non solo verticale (chi guadagna di più paga di più) ma anche orizzontale. E’ importante tener conto dei carichi familiari. A tal proposito il Forum ha proposto il Fattore-Famiglia quale metodo che, utilizzando il sistema delle deduzioni anziché delle detrazioni, restituisce sovranità e libertà di spesa alla famiglia”.
Centralità della famiglia significa anche avanzare proposte di legge che favoriscono le relazioni all’interno di essa e ne promuovono la capacità di auto – organizzazione. “La famiglia – chiosa Gianna Savaris – non è questione che riguardi soltanto donne o bambini o anziani. La politica familiare è l’insieme di decisioni assunte dagli attori sociali pubblici, privati e di privato sociale, con l’obiettivo di promuovere il benessere delle famiglie facilitando in generale un miglioramento della qualità della vita familiare nella normalità del quotidiano. E’ necessario predisporre piani nazionali, leggi regionali e progettare, dal basso, a livello locale”. L’ultimo accento  posto dalla vicepresidente del Forum delle Associazioni Familiari è un monito per la progettualità futura: “Non si può pensare alla famiglia sempre e solo come un peso da assistere; bisogna che si passi da una mentalità assistenzialista ad una mentalità protagonista. Questo cambiamento permette la piena attuazione del principio di sussidiarietà che valorizza la famiglia come soggetto sociale in senso autentico, cioè come referente ed interlocutore attivo degli altri soggetti istituzionali”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628