Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Marsec, importanti collaborazioni per il Centro Cartografico Satellitare “Angelo Vassallo”

Scritto da il 13 dicembre 2010 alle 17:53 e archiviato sotto la voce Attualità, Lavoro, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Avvio del progetto per dotare la Repubblica Democratica del Congo di una cartografia da dati satellitari; consegna dell’aggiornamento cartografico – realizzato in soli tre mesi – ai comuni dell’Unione dei Santi Sanniti (San Giorgio del Sannio, San Martino Sannita e San Nazzaro); annuncio della prossima collaborazione tra ANCI Campania e MARSec (agenzia di telerilevamento satellitare e monitoraggio ambientale di proprietà della Provincia di Benevento). Sono queste le principali novità emerse questa mattina, presso la sala conferenze di Villa dei Papi in Benevento, durante l’inaugurazione del Centro Cartografico Satellitare targato MARSec, intitolato alla memoria di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica (SA) scomparso il 5 settembre 2010. Alla scopertura della targa erano presenti il presidente della Provincia, Aniello Cimitile, il Vice Presidente e il direttore del MARSec, rispettivamente Eugenio Feleppa e Roberto Tartaglia Polcini, il presidente dell’ANCI Campania, Nino Daniele, il vicesindaco di Pollica, Stefano Pisani, e il figlio di Vassallo, Antonio. Proprio quest’ultimo, dopo aver assistito alla presentazione del Centro da parte del responsabile Giovanni Piacquadio, ha dichiarato la propria soddisfazione per la presenza nel territorio regionale, di un’agenzia che fa tanto per contrastare l’abusivismo e per fornire dati utili alla conoscenza aggiornata del territorio per consentirne la tutela e la valorizzazione, lotte che hanno visto il sindaco Vassallo sempre in prima linea in difesa della legalità e dell’ambiente. “Sto girando per tutta Italia – ha dichiarato Antonio Vassallo – tra dediche, targhe e intitolazioni alla memoria di mio padre. E ovunque sento che la Regione Campania è conosciuta più per le cose negative che per quelle positive. Ma qui vedo che state movendo dei passi concreti per il contrasto all’illegalità e state facendo moltissimo per il decoro della Regione”. Concetto rafforzato dalle parole del vicesindaco di Pollica, Stefano Pisani, che ha riconosciuto nell’innovazione e nella tecnologia un modo concreto per aiutare gli amministratori a difendere il proprio territorio. Viva soddisfazione è stata espressa da Cimitile, ricordando un uomo che è “simbolo moderno di chi è impegnato a costruire un Mezzogiorno migliore. Noi – ha continuato il Presidente – continuiamo la lotta di Vassallo con ogni mezzo, anche con quelli tecnologicamente più avanzati come i satelliti, tanto che la Provincia, proprietaria del MARSec, ha inserito le tecnologie satellitari tra i suoi settori strategici”. Sulla stessa linea è stato l’intervento del vice presidente della Provincia, Antonio Barbieri, che ha aperto la giornata esprimendo orgoglio per l’intitolazione del Centro cartografico satellitare a “un riferimento morale per tutte le Pubbliche Amministrazioni”. Barbieri ha anche evidenziato come l’impiego delle nuove tecnologie e l’attività del MARSec – che si è già fatta valere ricevendo quest’anno una menzione speciale per il premio Best Practice dal Ministro Brunetta – siano le premesse per coadiuvare il lavoro degli amministratori pubblici in diversi campi, tutti legati alla valorizzazione e alla tutela del territorio. Anche il presidente dell’ANCI Campania ha sottolineato il valore e il senso di questa giornata e la volontà di utilizzare strumenti come il MARSec per aiutare i comuni a gestire meglio il territorio, per promuovere una maggiore conoscenza dello stesso, “ovvero fornire la base per contrastare l’illegalità che sempre trae la sua forza dall’ignoranza”. La cerimonia di scopertura della targa è stata preceduta dalla presentazione del Centro Cartografico Satellitare e dalla presentazione dei nuovi sviluppi del MARSec in questo ambito. In particolare, Louis Okamba Mulongoy, incaricato missione estere per conto del PPRD – Repubblica Democratica del Congo, ha annunciato l’avvio della collaborazione dell’Istituto Cartografico Congolese (IGC) con il MARSec, con l’italiana Global Consulting e con società del Congo specializzate nel settore del controllo ambientale. Lodando l’agenzia sannita come fiore all’occhiello dell’intelligenza tecnologica messa a disposizione anche dei paesi in via di sviluppo, Mulongoy ha auspicato che tale progetto porti anche ad ulteriori collaborazioni tra Congo e Italia, ricordando che la legalità per cui Angelo Vassallo si è sempre battuto è un valore universale condiviso in qualsiasi parte del mondo. “Il progetto – ha dichiarato Tartaglia Polcini – partirà nel 2011 con la preliminare fase di start up di 12 mesi e avrà una durata complessiva di 10 anni. Inizialmente, si tratterà di dotare ex novo il Congo di una cartografia su aree geografiche “pilota” opportunamente selezionate. Successivamente, poi, grazie al trasferimento di know how, sarà completata la cartografia e realizzata a Kinshasa una struttura gemella del MARSec”. Anche Giorgio Nardone, presidente dell’Unione dei Comuni “Santi Sanniti” e sindaco di San Giorgio del Sannio, ha sottolineato come la mancata conoscenza di strutture come il MARSec sia un’occasione persa per chi ha la responsabilità di controllare il territorio che amministra. E, sulle risorse economiche da destinare ai servizi di monitoraggio, ha proposto, come soluzione, quella di utilizzare una piccola percentuale degli oneri di urbanizzazione primaria. “L’esperienza in atto con il MARSec da parte dei Comuni dei “Santi Sanniti” – ha continuato Nardone – non si ferma all’aggiornamento cartografico che in questi giorni è stato ultimato”. Da qui è partito anche l’invito ai comuni dell’ANCI Campania a seguire l’esempio dei tre enti sanniti “valorizzando da una parte, una eccellenza della nostra provincia e, dall’altra, eliminando l’abusivismo nel rispetto totale dell’ambiente, per difendere il quale Angelo Vassallo ha perso la propria vita”. Conoscenza del territorio, quindi, come elemento necessario alla sua corretta gestione e pianificazione che – come ha dichiarato Samantah Calandrelli (Responsabile Area Pianificazione E Programmazione Territoriale SannioEuropa) -, a tutte le varie scale territoriali (regionale, provinciale, comunale), necessita sempre di una cartografia reale, ovvero aggiornata. E la capacità di aggiornare la cartografia in tempi rapidi – ha affermato Piacquadio – è proprio la peculiarità del MAPSAT, il servizio del MARSec che, grazie ai dati satellitari, consentirà agli enti locali di disporre di mappe reali sulle quali poter predisporre e approvare i piani regolatori.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628