Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Coldiretti, presentati risultati conclusivi del progetto T.E.R.R.O.I.R.S.

Scritto da il 11 novembre 2010 alle 16:31 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Presso la Camera di Commercio di Benevento, ieri pomeriggio, sono stati presentati i risultati conclusivi del progetto T.E.R.R.O.I.R.S. (Tecniche e Ricerca per la Riqualificazione delle Originalità tramite Innovazioni nella Rintracciabilità di filiera nel Sannio Beneventano) finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Nell’introdurre i lavori, moderati da Giancarlo Pepe, Luigi Frusciante responsabile scientifico del Progetto e direttore del Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta, dell’Ambiente e delle Produzioni Animali dell’Università Federico II di Napoli ha presentato i gruppi di lavoro, le unità di ricerca ed ha illustrato gli obiettivi generali del progetto soffermandosi sulle attività svolte in collaborazione con il professor Colantuoni dell’Università degli Studi del Sannio, in merito soprattutto al “profiling” genetico delle varietà falanghina ed aglianico mediante l’analisi del DNA, che potrebbe diventare anche uno strumento utile all’individuazione di potenziali frodi dei vini. Eugenio Pomarici del Dipartimento di Economia e Politica Agraria dell’Università Federico II di Napoli insieme ad uno  staff di supporto multidisciplinare formato da n. 4 unità operative collocato presso la sede della COLDIRETTI Benevento si è occupato di diverse linee di ricerca. La prima relativa ad un’attività di ricognizione, finalizzata all’implementazione di linee guida per la tracciabilità della filiera vitivinicola del Sannio beneventano, in cui sono presenti i risultati riguardanti la somministrazione di un questionario effettuata su un campione di n. 7 aziende. Inoltre, si è proceduto all’elaborazione di un’ipotesi di modello di gestione integrata del sistema vitivinicolo della provincia di Benevento attraverso la valorizzazione e lo sviluppo delle funzioni e dei servizi realizzati dal Consorzio di Tutela presente nella provincia. Infine, è stata realizzata un’analisi del settore spumanti in Italia e in Campania, con particolare attenzione alla situazione in provincia di Benevento, rilevata anche attraverso la somministrazione di alcuni questionari (n.1 ad agente/distributore; n.1 a punto vendita gdo; n.4 ad enoteche). Il professore ha presentato anche i risultati di un’analisi, da lui stesso effettuata, sullo scenario competitivo internazionale relativo al mercato degli spumanti.

Il prof.Luigi Moio del Dipartimento di Scienza degli Alimenti dell’Università Federico II di Napoli con il suo gruppo di lavoro, si è occupato della valutazione dell’attitudine delle uve “falanghina” ed “aglianico” alla produzione di vino spumante di qualità. In particolare, ha illustrato l’esito della “vinificazione” sperimentale svolta nel centro di ricerca operante  presso la Cantina del Taburno; da tali attività sperimentali sono emerse due diverse tipologie di spumante che sono stati oggetto di degustazione guidata, grazie alla collaborazione di due sommelier della Fisar. Moio ha inoltre sottolineato l’opportunità di creare nel Sannio, con il supporto delle Istituzioni locali, un centro di osservazione e sperimentazione sugli spumanti che possa integrarsi disciplinarmente con la Facoltà di Enologia di Avellino.

Luigi Auriemma direttore della Coldiretti Benevento ha ringraziato i professori presenti ed il gruppo di lavoro collocato presso la  Coldiretti, grazie ai quali è stato possibile facilitare il coinvolgimento ed il coordinamento delle aziende del territorio sannita sia nell’ambito delle attivitĂ  sperimentale che per  l’integrazione e lo sviluppo di ulteriori progetti importanti a livello territoriale. “Benevento è la prima provincia per estensione della coltura della vite – ha affermato il direttore Auriemma – e rappresenta il 30 percento della superficie totale della Regione Campania e poco meno del 50 percento del vino prodotto. A fronte di questa grande possibilitĂ  di sviluppo della viticoltura del Sannio ci sono però alcuni punti negativi: il primo è il basso rapporto tra il prodotto a denominazione e il prodotto totale. Poco meno del 25 percento del totale della produzione è a denominazione (a doc o Igt). Quindi c’è la necessitĂ  di andare a trovare delle innovazioni di prodotto che possono garantire reddito alle imprese in un momento in cui il mercato è piuttosto pesante soprattutto per le uve a bacca rossa. Contemporaneamente – ha aggiunto Auriemma – si assiste a un mercato in forte espansione per i vini con bollicini, per cui era nostro interesse verificare se il Sannio poteva candidarsi ad essere una zona di produzione dei vini frizzanti. Il progetto ha risposto positivamente a questo nel senso che è stato appurato che i nostri vitigni bene si adattano alla produzione di spumanti di qualitĂ . Il passo successivo – ha concluso il direttore della Coldiretti – è quello di andare a creare la coltura della produzione di vini spumanti e di andare a fare un’efficace opera di marketing per promuovere un prodotto innovativo per il Sannio, cioè il vino frizzante del Sannio che non sostituisce ovviamente i vini tranquilli a doc e Igt ma che può essere un ulteriore momento di utilizzo delle uve prodotte che non riescono ad affermarsi sul mercato”.
Ai lavori ha partecipato anche Libero Rillo presidente del Consorzio di Tutela Vini Samnium.
Le conclusioni sono state affidate a Gennaro Masiello presidente della Camera di Commercio di Benevento secondo cui progetti del genere non devono rimanere mera attività di ricerca ma l’auspicio è che, nel prosieguo, si attivino sinergie territoriali tali da consentire attività che abbiano efficaci conseguenze per il tessuto produttivo locale. Masiello ha concordato con il Professor Moio sulla opportunità di realizzare sul territorio provinciale un centro di osservazione e sperimentazione sugli spumanti.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628