Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Fai Cisl: lavoratori forestali, accordo rinnovo contratto nazionale di lavoro

Scritto da il 8 dicembre 2010 alle 16:03 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Lavoro, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Finalmente dopo mesi di trattative, ed in un contesto drammatico e pieno di incertezze del settore, le federazioni nazionali di categoria, il 7 dicembre 2010, presso la sede di Confcooperative, hanno siglato  l’ipotesi di accordo del rinnovo del CCNL dei forestali. La trattativa è stata lunga e complessa, anche perché collocata in un momento economico particolarmente grave per tutto il settore della forestazione. Viene sancita la durata triennale del CCNL e conseguentemente dei CIRL. L’accordo prevede un aumento salariale di 70 € al parametro 108 erogati in due tranches, la prima con decorrenza 1 dicembre 2010 del valore di 30,00 € e la seconda con decorrenza 1 dicembre 2011 del valore di 40,00 €. A compensazione del periodo trascorso dalla scadenza del vecchio CCNL ( 31 dicembre 2009), viene prevista una una tantum di 200,00 €, da riparametrare, erogata con le competenze del mese di dicembre 2010. Si realizza in questo modo un recupero salariale pari al 6%, che rappresenta, a nostro avviso, una buona tutela del potere d’acquisto dei lavoratori. Altri punti qualificanti dell’accordo riguardano: l’estensione del diritto alle prestazioni del Filcoop sanitario per gli OTD con garanzia occupazionale di almeno 151 giornate lavorative; l’aumento della contribuzione della previdenza complementare del 0,2% a carico dei datori di lavoro; l’aumento della contribuzione dovuta dai datori di lavoro per il FIMIF, che passa da 0,34 % a 0,44 %; la definizione di una nuova norma che riguarda gli appalti, che prevede appositi incontri preventivi di informazione e consultazione, al fine di valutare gli impatti sull’organizzazione del lavoro e le eventuali ricadute occupazionali. Molto importante è aver concordato che i soggetti appaltanti dovranno inserire nei contratti e nei capitolati con le aziende appaltatrici, norme per il rispetto delle leggi  nonché l’applicazione dei CCNL da noi sottoscritti; il miglioramento e ampliamento del sistema delle relazioni sindacali mediante l’allargamento delle competenze del Comitato Paritetico Bilaterale Nazionale, che dovrà essere articolato e implementato a livello di ogni singola regione e l’attivazione certa della Commissione sulla classificazione del personale; l’introduzione di un giorno retribuito per il padre in caso di nascita o adozione;  il diritto di usufruire di un congedo matrimoniale di 5 giorni per il lavoratore con meno di 150 giornate ma più di 100; maggiori tutele relativamente agli articoli sulla conservazione del posto di lavoro in caso di malattia ed infortunio. Dopo questo importante risultato raggiunto a livello nazionale, adesso il sindacato sarà impegnato a risolvere il futuro di questa importante categoria che è sempre impegnata sul territorio, ed non è accettabile che la politica si accorga poco credibilmente soltanto all’indomani di alluvioni e incendi estivi che esista il problema della tutela idrogeologica e idraulico agraria del territorio. Le Federazioni regionali ,hanno chiesto un urgente incontro con il Presidente Caldoro  per esaminare e riformare il settore per dare futuro certo a circa 900 addetti nel Sannio e 5000 in Campania., e tutelare il territorio bisognevole di manutenzione.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628