Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Bencardino (SEL): “Il risultato delle regionali confermano l’esistenza della sinistra nel Sannio”

Scritto da il 7 aprile 2010 alle 16:29 e archiviato sotto la voce Attualità, Elezioni Regionali 2010, Politica. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

“Le elezioni regionali ed il circa 1800 voti presi dalla SEL in provincia di Benevento hanno confermato l’esistenza di una sinistra nel Sannio che senza politicismi o tatticismi è in campo, generosamente, per la costruzione di un soggetto politico che torni a parlare del bene comune, del lavoro, dell’ecologia, dei diritti”. A dichiararlo il portavoce di Sinistra Ecologia e Libertà del Sannio, Massimiliano Bencardino che ha poi aggiunto: “Il risultato non può certo consolarci perché il progetto politico non è sicuramente consolidato né conosciuto dalla stragrande maggioranza della popolazione. E’ senz’altro una adesione ai principi a cui si ispira questo movimento ma che ancora dobbiamo declinare nelle giuste forme, nel quotidiano dell’azione politica.
Credo che dovremmo guardare con attenzione il risultato delle elezioni regionali nel Sannio.
Il centro sinistra in linea di principio tiene, nel Sannio e a Benevento città, ma senz’altro non gode di un grosso consenso d’opinione, i risultati delle liste di centro sinistra grandemente frutto della presenza organizzata dei partiti sul territorio e del lavoro dei candidati.
Un grosso voto d’opinione si concentra ancora tantissimo a destra sulla PDL (42’000 voti contro i 13’000 del candidato più votato). A destra persino una lista civica senza candidati locali, Alleanza di Popolo, riesce a prendere 662 voti.
Nel campo del centro sinistra il voto d´opinione va per lo più a Di Pietro (10’000 voti contro i 2000 del candidato più votato), o al massimo a Grillo. Ed é un voto di protesta che questi movimenti riescono meglio ad intercettare.
Il nostro progetto, SEL, fa più fatica perché, oltre che non godere di un simbolo ancora facilmente riconoscibile da i più, vuole, da una posizione critica della società e dello stato delle cose (anche dell´ultimo centrosinistra), proporsi come movimento politico di rinnovamento e soprattutto di proposta.
Ed è qui che dobbiamo costruire la nostra azione politica; siamo in qualche modo la terza forza del centro sinistra (Pd, IdV e SEL), promotori di un rinnovamento dello stesso (Nichi Vendola l´ha chiamato “il cantiere dell´alternativa”), al di là ed al di fuori di identità vetero-ideologiche, dobbiamo rappresentare quel fuoco di rinnovamento che contamina l´intero centro-sinistra, basando la nostra azione politica su temi chiari e precisi: l´acqua pubblica, politiche per il lavoro, buon utilizzo e controllo della spesa dei fondi strutturali.
Su questi temi e con una presenza territoriale che parta da dove abbiamo costruito degli insediamenti possiamo continuare a costruire con idee, progetti, lotta politica. Dobbiamo ritrovare il modo e la capacità di stare con le persone, di uscire dalle stanze di partito  e di convincere quanti – delusi dalle candidature e dall´azione politica del Pd, stanchi del berlusconismo ma senza un partito che sia capace di guardare oltre lo stesso, stanchi di promesse elettorali di lavoro in fantomatiche fabbriche o delusi dalla politica in generale – vogliano tornare ad impegnarsi.
Ed è per questo che ritengo opportuno non fermare la nostra azione politica aspettando scadenze congressuali o elettorali, ma mantenere l´azione politica sui temi trattati nella campagna elettorale”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624