Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Pepe difende la sua Amministrazione: rappresento la vera novità politica

Scritto da il 6 novembre 2010 alle 17:55 e archiviato sotto la voce Attualità, Primo Piano. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

L’amministrazione comunale di Benevento, a guida centrosinistra, ha contribuito in maniera decisiva al raggiungimento di traguardi strategici per la comunità. Questa affermazione può essere verificata sul piano amministrativo quanto su quello politico.
Bastano due semplici esempi, tra i numerosi possibili, a confermarlo: aver tenuto la nostra città fuori dall’emergenza rifiuti che ha devastato e torna a devastare le aree metropolitane campane; aver assicurato alla coalizione scelta dai cittadini una propria autonomia anche dopo l’adesione al centrodestra dell’allora partito di maggioranza relativa, l’Udeur.
Nessuna autocelebrazione ma solo il riconoscimento di un lavoro quotidiano e serio svolto in sintonia con le forze che dal 2006 hanno garantito leale collaborazione a un progetto.
Mi corre l’obbligo di tale precisazione, in controtendenza con il contegno impostomi in questi anni, per rivendicare con orgoglio i risultati raggiunti da tutta la squadra, in tanti segmenti amministrativi.
Questi obiettivi hanno inciso sulla vita dei beneventani, e per il rispetto che a loro si deve, non certo per quello che andrebbe rivolto all’amministrazione, la politica dei partiti non può che prendere da lì le mosse per ogni tipo di analisi o confronto.
L’impazzimento totale della politica che dal governo nazionale e dai suoi equilibri, discende fino all’ultimo consesso locale, rischia di offuscare qualunque confronto utile.
Le valutazioni, anche se solo tra pochi addetti ai lavori, che riguardano i futuri destini della città di Benevento non possono prescindere dalla storia, anche recente, di questo territorio.
Il raggiungimento del più grande finanziamento europeo della storia del Comune; la rivoluzione introdotta con la raccolta differenziata porta a porta; la programmazione del territorio realizzata dopo un’assenza ultratrentennale di strumenti idonei; la riqualificazione dei quartieri e di tanti monumenti cittadini rimasti nell’abbandono; le sfide per riconoscimenti internazionali; la valorizzazione delle produzioni e delle eccellenze locali, con kermesse ed appuntamenti che hanno acceso i riflettori su Benevento con cadenza quasi settimanale, conferendo finalmente al capoluogo un giusto ruolo attrattivo; la pervicacia nell’attuazione di adeguate politiche sociali che nel peggiore momento di crisi economica hanno dato reale ristoro a tante famiglie; la razionalizzazione delle finanze e la lotta all’evasione, piaga storica ed incancrenita per la città; il grande sforzo messo in campo da tutta la macchina amministrativa, dipendenti e polizia municipale; l’apertura ad una trasparenza reale dei processi, mai così chiari, verificabili e a disposizione del confronto pubblico; gli impegni assunti e mantenuti nella realizzazione di opere pubbliche fondamentali, come gli assi stradali o le infrastrutture di urbanizzazione, finanche primaria; la conduzione di una politica ambientale tesa alla sostenibilità ed al rispetto del verde; tutto quello che è stato messo in campo per lo sport, la solidarietà, l’accoglienza, la difesa dei diritti e del lavoro, la qualità della vita in generale.
Questi fatti possono essere valutati bene o male, giudicati lusinghieri o poca cosa, ma restano fatti.  Cose che prima non c’erano ed oggi sì. E quando la politica ha la volontà di confrontarsi sui destini di una comunità importante e nobile come Benevento, può prescindere dai singoli uomini, quindi da me per primo, può finanche non prendere in considerazione gli assetti, scavalcare le coalizioni o ignorare i partiti, ma non può omettere i fatti!
Sono certo che l’autorità conferita dalla carica di primo cittadino mi permette di chiedere rivolgendomi al panorama politico, maggiore serietà quando si parla del Comune di Benevento. Mi permetto quindi di suggerire un canovaccio di discussione a chi vuol mostrare genuino interesse alle sorti dei miei concittadini: 1° i fatti; 2° i programmi; 3° tutto il resto.  
Il mio ringraziamento, intanto, va ai tanti militanti e alla loro passione, agli assessori, ai consiglieri, ai tanti dirigenti di partito, tutti lealmente riformisti e lealmente aderenti al centrosinistra, che hanno contribuito non poco all’ammodernamento della nostra città. Benevento oggi è più europea grazie soprattutto grazie al loro impegno, fatto di amministrazione, di supporto morale, anche di critiche. Sul piano politico loro hanno rappresentato la vera novità per Benevento, non altri.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628