Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Musica: al via la Masterclass del pianista Michele Campanella

Scritto da il 4 dicembre 2010 alle 15:50 e archiviato sotto la voce Attualità, Cultura & Spettacoli, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Lunedì 6 dicembre 2010, alle ore 10.00, il pianista Michele Campanella sale in cattedra, presso il Teatro De Simone, per il primo incontro della masterclass pianistica al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. Una presenza, quella di Michele Campanella, che non passerà sottovoce soprattutto a Benevento, dove per alcuni anni il noto pianista ha “disegnato” come direttore artistico la Stagione dei Concerti dell’Ateneo, curati dall’Adisu, con il coinvolgimento dello stesso Conservatorio cittadino. Il prestigioso esponente della scuola pianista napoletana approda al Conservatorio di Benevento, forte della realizzazione – come scrive il musicologo Quirino Principe – di una fra le maggiori imprese lisztiane del panorama internazionale in questa annata”. Questo grandissimo artista ha infatti progettato per l’Accademia di Santa Cecilia, tra la fine dell’anno e la stagione 2011/2012, sette “maratone” pianistiche con 75 pianisti, dedicate a Franz Liszt per il 200° anniversario della nascita. Ma Benevento, negli stessi giorni, respira tanta musica anche grazie alla presenza del flautista Michele Marasco, che continua la sua proposta di alto perfezionamento il 6 e 7 dicembre presso la Sala Storica della Biblioteca “Pacca” dell’Archivio di Stato. Altri prestigiosi artisti impegnati nelle masterclasses del Conservatorio sannita sono il cornista Gianfranco Dini, il musicista Sergio Balestracci che curerà in gennaio 2011 l’introduzione alle prassi interpretative della musica del XVI e del XVII secolo, il clarinettista Alessandro Carbonare e il direttore Vittorio Parisi che curerà la formazione orchestrale.

Michele Campanella Pianista. Considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani, Michele Campanella ha affrontato in oltre 40 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998, quest’ultimo per l’incisione “Franz Liszt – The Great Transcriptions I-II” edita dalla Philips.Nel 1986 il Ministero della Cultura ungherese gli ha conferito la medaglia ai “meriti lisztiani”,così come l’ American Liszt Society nel 2002. Formatosi alla scuola pianistica napoletana di Vincenzo Vitale, Michele Campanella è un artista di temperamento assai versatile. Questa sua caratteristica lo ha portato ad avvicinare autori quali Clementi, Weber, Poulenc, Busoni (Premio della Critica Discografica Italiana nel 1980 per le incisioni con la Fonit Cetra), Rossini, Brahms, Ravel e Liszt, di cui ha recentemente inciso un’antologia di Parafrasi, primo grande capitolo di un’importante serie dedicata all’opera lisztiana. La sua discografia comprende incisioni per etichette quali Emi (Ravel), Philips (Liszt, Saint-Saëns), Foné (Chopin), PYE (Liszt, Ciajkowskij), Fonit Cetra (Busoni), Nuova Era (Ciajkowskij, Liszt, Musorgskij, Balakirev), Musikstrasse (Rossini), P&P (Brahms, Liszt, Scarlatti), Niccolò (Schumann).Nell’estate del 2005 è stata pubblicata dal Rossini Opera Festival la registrazione della Petite Messe Solennelle di Rossini diretta da Campanella a Pesaro. Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con direttori quali Claudio Abbado, Gianluigi Gelmetti, Eliahu Inbal, Charles Mackerras, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Esa-Pekka Salonen, Wolfgang Sawallisch, Thomas Schippers, Hubert Soudant, Christian Thielemann.E’ frequentemente invitato in paesi quali Australia, Russia, Gran Bretagna, Cina, Argentina ed è stato ospite dei festival internazionali di Lucerna, Vienna, Praga, Berlino e Pesaro (Rossini Opera Festival). Negli anni ’90 è stato al fianco di Salvatore Accardo e Rocco Filippini, quali partner ideali per affrontare i capolavori della musica da camera. Spiccano tra gli ultimi importanti traguardi l’esecuzione di tutti i concerti di Beethoven e Mozart, e l’integrale della musica per pianoforte di Brahms. Negli anni recenti si è molto sviluppata l’attività di Michele Campanella in veste di direttore -solista con le più prestigiose orchestre italiane, come l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’ORT-Orchestra della Toscana, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Filarmonici di Verona, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Da sottolineare il repertorio: Ravel, Fauré, Poulenc, Franck, Saint-Saëns, Schumann, Weber, Liszt, oltre a Mozart e Beethoven. Si dedica con passione all’insegnamento: è titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena dal 1986 e per 8 anni ha tenuto corsi di perfezionamento a Ravello. Attualmente è direttore del Centro Studi pianistici Vincenzo Vitale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli,centro che vede corsi di perfezionamento tenuti da Massimo e Stefania Bertucci, Laura De Fusco, Monica Leone e Campanella stesso. E’ stato insignito dei prestigiosi riconoscimenti della “Fondazione Premio Napoli” e della “Fondazione Guido e Roberto Cortese”. E’ membro delle Accademia di Santa Cecilia, dell’Accademia Filarmonica Romana, dell’Accademia Cherubini di Firenze. E’ stato per nove anni direttore artistico di tre stagioni concertistiche nate nell’ambito delle Università di Napoli, Benevento e Catanzaro. Dal 2008 è Presidente della Società Liszt, chapter italiano dell’American Liszt Society.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628